MotoGP | GP Italia – Gara senza punti per i piloti Esponsorama dopo un weekend complicato

Il GP d’Italia 2021 non porterà bei ricordi nelle menti degli uomini e dei piloti del team Esponsorama. Dopo un venerdì e un sabato difficili, il team puntava tutto su un Bastianini in crescita che, però, ha terminato la sua gara ancora prima del via. Sia Marini che Bastianini guardano con fiducia al weekend di Barcellona.

Credits: Twitter

È stato un weekend difficile per i piloti Ducati del team Esponsorama. Infatti, sia Bastianini che Marini. Infatti, il primo piazzamento oltre la quindicesima posizione è arrivata solo nelle FP4, dove Bagnaia ha colto il quattordicesimo tempo.

Le qualifiche di ieri hanno visto entrambi i piloti non qualificarsi per la per la Q2 e, dunque, per le posizioni più nobili della griglia di partenza. Marini non è mai stato in lotta per l’ingresso in Q2, mentre Bastianini si è dovuto arrendere alla dimostrata superiorità di Marc Marquez, Aleix Espargaro e di Vinales.

Nel Warm Up di stamattina Bastianini, grazie a un ottimo nono tempo, aveva rilanciato le speranze del team Esponsorama di poter cogliere un buon risultato a punti con il campione del mondo Moto2. Marini, invece, ha continuato ad accusare non poche difficoltà e aveva chiuso davanti solo a Savadori.

La gara di oggi pomeriggio ha concluso questo difficile weekend per il team spagnolo. Bastianini non è potuto neanche partire dopo che, alla fine del giro di ricognizione, ha colpito il posteriore della moto di Zarco dopo che quest’ultimo ha inchiodato davanti a lui sul rettilineo finale. L’incidente, dalla dinamica spettacolare, non ha portato a nessuna conseguenza per Bastianini che, anche a causa dell’esplosione dell’Air Bag, non ha potuto prendere parte alla gara. Marini, unico superstite, ha chiuso la gara ultimo e con tredici secondi da Morbidelli penultimo.

Le parole dei piloti Esponsorama dopo il GP d’Italia

Luca Marini

“È stata una gara molto dura e abbiamo combattuto molto. Dobbiamo lavorare per colmare il divario. Ho avuto un problema simile in Qatar: non sentivo la gomma posteriore e non riuscivo a farla funzionare correttamente. perdevo molto in ingresso alle curve, dove  andavo sempre a lato e perdevo anche in accelerazione. Questo fine settimana c’è stato qualcosa di strano che non avevo mai vissuto. Il divario con l’anteriore era molto grande e ora dobbiamo capire cosa è successo perché da venerdì non abbiamo da venerdì in poi non siamo riusciti a migliorare la moto.”

Enea Bastianini

“Purtroppo è stata una domenica molto dura, a cominciare dalla perdita di Dupasquier. Nel giro di ricognizione, uscendo dall’ultima curva, mi sono trovato davanti Zarco. Non mi aspettavo frenasse e non ho potuto fare niente per evitare la caduta. Ho cercato di rientrare ai box il più velocemente possibile per trovare la seconda moto, ma al primo giro sono caduto a terra. Cercheremo di compensare a Barcellona dove cercherò di prepararmi al meglio perché, comunque, siamo stati veloci e competitivi”.

Seguici su Telegram

Superbike | Sintesi Gara2: Rea vince gestendo la gara e approfittando della caduta di Redding

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico