MotoGP | GP Italia, Risultati Prove Libere 1 – Nakagami davanti a tutti al Mugello, bene Bagnaia e Bastianini

Taka Nakagami fa segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere della MotoGP al Mugello. In seconda posizione l’Aprilia di Aleix Espargaro, terzo Pecco Bagnaia.

MotoGP risultati prove libere mugello
Credit: twitter Michelin Motorsport

Al Mugello è andata in scenda una serratissima prima sessione di qualifica, dove i piloti hanno fatto segnare tempi molto vicini fra loro. A dare lo strappo nel finale ci ha pensato Taka Nakagami, unico a scendere sotto al muro dell’1:47 e che ha rifilato ben 4 decimi ad Aleix Espargaro. Basti pensare che dallo spagnolo fino al 21° tempo di Dovizioso sono racchiusi in 1 secondo.

Bene sul passo gara Bagnaia e Bastianini, rispettivamente 3° e 5°, mentre il leader della classifica Quartararo è solo 11°. La sessione è stata fortunatamente pulita e priva di cadute. L’unico rischio l’ha corso Miguel Oliveira.

La notizia del giorno è che l’Aprilia avrà il suo team satellite a partire dal 2023: trattatasi del team RNF sponsorizzato WithU di Razlan Razali che lascia così la Yamaha. La durata dell’accordo è 2 anni con opzione per ulteriori 2 stagioni. Per ulteriori dettagli cliccare qui.

Cronaca della prima sessione di prove libere del Mugello

Apriamo con Jack Miller (Ducati) che finisce subito lungo alla San Donato. Nelle prime battute va in testa Michele Pirro (Ducati) in 1:48.6. Il collaudatore della Ducati, che partecipa alla gara del Mugello in veste di wild card, si migliora subito e piazza 1:47.826. Ci sarà un’alta wild card che prenderà a parte al weekend sulle colline toscane: trattasi del tester dell’Aprilia Lorenzo Savadori.

Bagnaia (Ducati) emula il compagno di squadra e finisce anche lui lungo alla prima staccata. Intanto Pirro (Ducati) migliora ulteriormente e stampa un 1:47.432. Tempi però ancora alti considerando che il record della pista è 1:45.187, crono con cui Fabio Quartararo ha conquistato la pole position nel 2021.

La maggior parte dei piloti adotta una gomma morbida all’anteriore e una media al posteriore, ma alcuni stanno usando anche la media anche all’anteriore.

Tempi ovviamente in continuo miglioramento nel corso della sessione: Alex Rins (Suzuki) si porta momentaneamente in cima alla classifica in 1:47.423, subito battuto da Aleix Espargaro (Aprilia) in 1:47.161. Tra i due si inserisce Taka Nakagami (Honda) in 1:47.281.

La risposta degli italiani non si fa attendere e arriva con la nostre punte di diamante Bagnaia e Bastianini. Il pilota di Torino fa segnare il provvisorio miglior tempo in 1:47.070, mentre l’alfiere del team Gresini sale in terza posizione in 1:47.256.

Primo lampo di Quartararo (Yamaha) a 27 minuti dal termine. Il campione del mondo in carica sale in quinta posizione in 1:47.393. Il giro dopo segna 1:47.4 e non si migliora per pochi millesimi. Alle spalle di Bagnaia si porta Rins (Suzuki), staccato di 1 millesimo!

Intanto grosso rischio per Miguel Oliveira (KTM) che per evitare l’Aprilia di Aleix Espargaro si porta tutto sul cordolo presente alla sinistra dell’avvallamento che precede la staccata della San Donato.

Proprio Aleix segna esattamente lo stesso tempo di Bagnaia: 3 piloti in 1 millesimo dunque! Mette tutti d’accordo Taka Nakagami (Honda) che si porta in testa in 1:47.040. A 15 minuti dal termine ci sono quindi 4 piloti di 4 costruttori diversi in 31 millesimi.

Nel frattempo Bagnaia dimostra di essere in possesso di un ottimo passo e segna i seguenti tre tempi in successione: 1:47.161 a cui segue 1:47.269 e 1:47.337 per concludere. La sua Ducati monta una morbida usata all’anteriore e una media usata al posteriore. Non vuole essere da meno Bastianini che, con la media all’anteriore, segna 1:47.3 e 1:47.390 e poi stampa il suo personale in 1:47.186. Il campione Moto2 2020 resta comunque in P5.

Diversi miglioramenti nei minuti che precedono la bandiera a scacchi. Vinales (Aprilia) sale in sesta posizione con 1:47.191; alle sue spalle si porta Miller (Ducati) in 1:47.315. Fa la sua apparizione in top 10 anche Luca Marini (Ducati) con il crono di 1:47.383. Fuori dai primi 10 invece il campione del mondo in carica e attuale leader del mondiale Fabio Quartararo (Yamaha).

Intanto dà un grosso strappo ancora Nakagami: 1:46.662 per il giapponese della Honda che chiude la sessione davanti a tutti e con ben 4 decimi di vantaggio su Aleix Espargaro.

In ombra per tutta la sessione Marc Marquez (Honda): l’otto volte campione del mondo non è mai comparso nelle prime posizioni e chiude addirittura in P19. Continuano le difficoltà anche per i nostri Franco Morbidelli (Yamaha) e Andrea Dovizioso (Yamaha), rispettivamente in P16 e in P21.

MotoGP – Classifica prove libere 1 Mugello

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari