Pubblicato il 18 Aprile, 2021 alle 17:44

MotoGP | GP Portogallo – Bagnaia: “Feeling incredibile con la mia moto. Ho dato tutto quello che avevo”

Francesco Bagnaia ha concluso il GP del Portogallo al secondo posto dopo un bel duello fino all’ultima curva con la Suzuki di Mir. Il pilota torinese ha rimontato alla grande dopo essere partito dall’undicesima posizione in griglia.

Foto: Ducati Corse Twitter

Un ottimo  Francesco Bagnaia è riuscito a portare la sua Ducati Desmosedici GP21 sul secondo gradino del podio al GP del Portogallo. Il torinese ha sfruttato la caduta del pilota della Suzuki Alex Rins, avvenuta quando lo spagnolo si trovava in seconda posizione, ed è riuscito a respingere l’assalto finale del campione del mondo Joan Mir.

Bagnaia è riuscito a costruire una ottima rimonta, dopo essere partito dalla undicesima posizione in griglia a seguito di una sessione di qualifica movimentata, nella quale le bandiere gialle non gli avevano consentito di mettere a segno un tempo competitivo.

Con questo risultato il pilota ufficiale Ducati si porta in seconda posizione nella classifica del mondiale, alle spalle del vincitore di giornata Fabio Quartararo.

Le parole di Francesco Bagnaia

Alle interviste nel parco chiuso, appena sceso dalla sua moto, Bagnaia ha espresso tutta la sua soddisfazione. “Ho dato tutto quello che avevo. Ho cominciato a superare molti piloti. Partendo dalla undicesima posizione il mio obiettivo era quello di finire tra i primi cinque.”

“Ho avuto un feeling incredibile con la mia moto e riuscivo a superare tutti i piloti che erano davanti a me. Sono veramente contento di aver finito secondo. Penso di essere nella top 3 del campionato. Il secondo posto è molto importante per la Ducati. Il nostro passo era molto buono e la moto mi ha dato la possibilità di superare tanti piloti che lo scorso anno non ero riuscito a superare.”

Ai microfoni di Sky il pilota Ducati ha commentato così: “Abbiamo perso la possibilità di vincere oggi a causa della bandiera gialla di ieri. Riprendere Quartararo era impossibile perché il suo passo era identico al mio.”

“Essere nel team ufficiale ti mette pressione addosso. Ti sprona ad essere un pilota migliore perché devi essere sempre al top e sempre veloce.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

 

MotoGP | GP Portogallo – Quartararo trionfa a Portimao davanti a Bagnaia, poi Mir e Morbidelli

 

Disqus Comments Loading...