MotoGP | GP Portogallo – Miguel Oliveira: “Oggi avevo deciso di vincere”

Miguel Oliveira, dopo aver vinto il GP del Portogallo, ha dichiarato di “aver deciso di vincere” già nella giornata di ieri. Per lui è stata la seconda vittoria stagionale.

Foto: profilo Twitter @_moliveira88

Miguel Oliveira, sin dalla prima sessione di Prove Libere, ha dimostrato una grande continuità che, a parte qualche sessione in cui è mancato il time attack, ha sempre occupato le posizioni di vertice. E, nella gara di oggi, ha semplicemente dominato.

Il weekend è iniziato con la FP1 conclusa in prima posizione e dimostrando già un gran passo gara. Il portoghese aveva girato un giro record in 1.40.122. Nel pomeriggio della seconda sessione di Prove Libere del GP del Portogallo, Oliveira non ha trovato il momento giusto per compiere l’ultimo time attack e ha chiuso la sessione solamente in tredicesima posizione.

Nonostante questo passo falso, il pilota portoghese non si è dato per vinto e, nelle FP3 del sabato, ha conquistato l’accesso alla prima sessione di qualifiche, chiudendo con il secondo tempo.

Nelle qualifiche, Miguel è stato abile a farsi trovare pronto nel momento giusto per completare il giro veloce nella migliore condizione. Oliveira, infatti, ha preso la Pole Position del GP del Portogallo girando in 1.38.892.


Oggi, dopo una grande partenza, il portoghese ha impresso un ritmo forsennato che gli ha permesso di amministrare senza patemi la sua prima posizione per tutto l’arco della gara.

Le parole di Miguel Oliveira

“Oggi ero convinto di vincere. Quando abbiamo analizzato i dati delle FP4 ci siamo accorti che ne avevamo qualcosa di più e abbiamo deciso di tentare di vincere. Il mio lavoro è stato facile. Il compito era di partire davanti, andare veloce e tenersi dietro agli altri. Riuscire a gestire il vantaggio e le gomme è stato difficile però ce l’ho fatta e sono estremamente contento per questa vittoria”.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Portogallo – Rossi “Ci voleva una gara dignitosa per salutare il team”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico