MotoGP | GP Portogallo – Sintesi FP1: Marquez torna e fa già paura, miglior tempo per Vinales

Marc Marquez, dopo nove mesi lontano dalle piste, non ha perso il suo smalto e fa segnare il terzo miglior tempo nelle FP1 della MotoGP in Portogallo. Bene la Yamaha con Vinales che chiude primo, buoni segnali anche dalla Ducati. Rossi va  leggermente meglio rispetto al Qatar e chiude 11°.

 

FP1 MotoGP Portogallo
Foto: Repsol Honda Team

 

Le FP1 del GP del Portogallo erano le più attese della stagione: dopo nove mesi, Marc Marquez è tornato in sella ad una MotoGP. Una sessione decisamente complicata per ritrovare confidenza con la sua Honda. Portimao è già normalmente una delle piste più complicate del calendario, ma questa mattina i piloti hanno trovato un asfalto reso umido dalla pioggia, con ancora molte chiazze di bagnato.

L’otto volte Campione del Mondo non ha perso tempo, scendendo da subito in pista. Le incertezze di Marquez sono durate appena un giro, giusto il tempo di sbagliare la prima staccata. Dopodichè, i suoi tempi sono stati a livello di quelli degli altri piloti. Tempi che però, visto anche l’asfalto viscido, sono rimasti decisamente più alti rispetto allo scorso anno. Una prima uscita di 7 giri per Marquez, che ha girato con la moto che era di Bradl per sfruttare il lavoro fatto dal tedesco durante la sua assenza. Nel secondo stint, Marquez è riuscito a martellare come faceva prima dell’infortunio e, in una pista sulla quale non aveva mai girato con una MotoGP, è riuscito a mettersi in terza posizione.

Tempi lenti a causa della pista viscida

La prima parte della sessione non ha avuto grande valenza per gli altri piloti, ma grazie al sole che ha asciugato la pista, nella parte finale del turno hanno potuto aumentare il ritmo. A darsi battaglia per la testa della classifica ci hanno pensato Vinales e Bagnaia, con lo spagnolo che è poi riuscito a concludere la sessione davanti a tutti, confermando le buone prestazioni della Yamaha. Bene anche la Suzuki con Rins che fa il secondo tempo, mentre Mir è tredicesimo.

La Honda, oltre ad aver ritrovato Marquez, può essere felice anche della prestazione di Pol Espargaro, che è quarto proprio dietro al suo compagno di squadra. Alex Marquez chiude anche lui in top 10 con il nono tempo, dopo la brutta parentesi in Qatar. Le Ducati vanno veloci con Zarco (5°), Bagnaia (6°) e Miller (8°), reduce da un’operazione al braccio. Bene anche Rossi che chiude a ridosso dei primi 10 alle spalle di un altro italiano, Danilo Petrucci, che è anche la prima delle KTM in pista.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Conferenza stampa GP Portogallo – Marquez: “Non ho obbiettivi”