MotoGP | GP Portogallo – Sintesi FP2: Zarco nel finale fa segnare il miglior tempo. In grande difficoltà Rossi

La classifica finale si è delineata negli ultimi minuti, con Zarco, Vinales e Aleix Espargaro che con un colpo di reni si sono portati in testa. Delusione Rossi, 21° e davanti al solo Kallio in queste FP2 del GP del Portogallo.

 

 

Esattamente come le FP1, anche le FP2 del GP del Portogallo sono state allungate di 25 minuti rispetto al normale per permettere ai piloti di familiarizzare con il tracciato di Portimao. Gli unici ad aver avuto l’opportunità di girare con una MotoGP all’Autodromo dell’Algarve sono i due piloti Aprilia e Bradl. Per tutti gli altri, la giornata di oggi ha rappresentato il primo assaggio di questa pista molto difficile sui loro prototipi.

Sintesi FP2

I piloti non si sono assolutamente risparmiati, infatti i tempi fatti segnare sono stati interessanti sin dall’inizio della sessione. Il lavoro sul passo gara ha messo in luce i piloti Yamaha, con Morbidelli e Vinales che si sono dimostrati i più in forma. Solamente Rossi ha deluso, autore ta l’altro di una caduta e relegato nella parte bassa della classifica per tutta la sessione.

Il neo campione del mondo Mir, nonostante i tempi non eccezionali, ha dato mostra ancora una volta della sua costanza. Rins, con una scivolata a curva 8 nei primi minuti, è stato il primo pilota MotoGP a cadere a Portimao. Nessuna conseguenza per lui, che è riuscito a ripartire e a tornare ai box.

Ancora molto bene il beniamino di casa Oliveira. Con la gomma dura all’anteriore, il portoghese è riuscito a tenere la testa della classifica provvisoria per buona parte delle FP2. Le altre KTM sono rimaste più indietro, faticando molto nel trovare continuità nei tempi che hanno fatto segnare.

In casa Honda delude Marquez, mentre brillano Bradl e Crutchlow. Nakagami ha rovinato una buona sessione con una caduta mentre occupava le posizioni di testa della classifica.

Per vedere dei tempi interessanti da parte dei piloti Ducati, si è dovuto aspettare ben oltre la metà della sessione. A parte il solito Zarco con la GP19, è tornato a farsi vedere davanti anche Bagnaia, che purtroppo, come tutte le Ducati, soffre molto nell’ultimo settore. In casa Aprilia, riescono a togliersi una bella soddisazione grazie ad Aleix Espargaro, autore di un grande giro nel finale.

Classifica combinata

La classifica finale si è poi delineata negli ultimi cinque minuti, quando tutti i piloti hanno provato il time attack montando le gomme morbide. A darsi battaglia per le posizioni di testa sono stati Vinales, Zarco e Aleix Espargaro, con il pilota francese che la spunta sugli altri due. Entrano nei primi 10 anche le Ducati di Dovizioso e Miller, insieme a tutte le Yamaha, tranne purtroppo quella di Rossi. Riescono ad entare provvisoriamente nel Q2 anche le KTM ufficiali, mentre rimane fuori Oliveira, nonostante fosse stato il migliore della casa austriaca per buona parte della sessione.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

MotoGP | GP Portogallo – Kallio sostituisce Lecuona