MotoGP | GP Portogallo – Valentino Rossi: “Soddisfatto del setup, non mi aspettavo una chiusura d’anteriore in quella curva. Sono fiducioso per Jerez”

Nel post gara del GP del Portogallo, Valentino Rossi ha parlato della sua prestazione che, fino alla caduta, era stata soddisfacente. Il Dottore è rimasto sorpreso dal punto in cui l’anteriore lo ha abbandonato ed non ha risparmiato parole sul duello con il fratello Luca Marini.

Rossi GP Portogallo
Credit: Twitter

Il weekend del GP del Portogallo di Valentino Rossi non è stato di alto tenore. Già nelle Prove Libere il Dottore faticava a trovare il giusto setup della moto e ha fortemente accusato i problemi che lo attanagliano negli ultimi anni sulla moto della casa dei tre diapason. Non qualificatosi direttamente per il Q2, nella prima sessione di qualifiche ha faticato ancora e non è riuscito a raccogliere niente di meglio di una diciassettesima posizione.

In gara, dopo una partenza non ottimale,  Rossi è riuscito a salire fino alle posizioni a ridosso della top ten dopo aver affrontato in duello il fratelllo Luca Marini. Messosi, insieme al fratello e ad Alex Marquez, all’inseguimento del fratello di quest’ultimo, ha subito una chiusura d’anteriore che ha posto fine anzitempo alla sua gara.

Le parole di Valentino Rossi

Intervenuto ai microfoni di Sky, Rossi ha commentato la sua prestazione: “Per fortuna quella di oggi è stata una semplice scivolata e non mi sono fatto niente. Peccato perché stavo facendo una gara decente ed ero più veloce. Mettere la gomma dura è stata una buona scelta perchè avevo un passo soddisfacente. Poi, quando si parte così indietro, è sempre molto difficile perché tutti spingono forte e ho perso un po’ di tempo con le battaglie e ho fatto un errore alla prima curva. Tuttavia, la gara poi stava andando bene. Sono amareggiato per l’errore perché sarebbero stati punti importanti per il team e il morale. In quella curva non so cosa sia successo: oggi faceva un po’ più caldo e l’anteriore, nelle curve a destra, faticava più del normale. Io, però, non mi aspettavo andasse in crisi in quel punto ma si è chiusa ed è andata così.”

“La sfida di quest’anno è molto difficile. Il livello della motoGP è molto alto e i piloti, essendo i ventidue più forti del mondo, spingono sempre al massimo e quindi non serve a niente arrabbiarsi. Sappiamo che se riesco a esprimere il mio stile e a dare il massimo riusciamo anche a essere veloci e competitivi e quindi dobbiamo cercare di crederci. Questa pista, poi, è sempre difficile. La prossima è a Jerez e a me piace tanto la pista. L’anno scorso sono riuscito a fare podio lì e cercheremo di essere veloci.”

“In questo weekend ho avuto problemi in frenata perché faticavo a frenarmi in discesa. Stamattina abbiamo modificato il setting e in frenata mi sono trovato bene ed ero veloce rispetto ai miei avversari. Poi ho sempre dei problemi al posteriore che abbiamo risolto montando la dura che mi ha aiutato molto.”

“Affrontare mio fratello non è stato facile ma è stato bello.  Quando l’ho affrontato dovevo essere più deciso”, ha concluso Rossi che tornerà in pista tra due domeniche per il GP di Spagna a Jerez de la Frontera.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Portogallo – Quartararo: “Sorpreso dal passo gara della Yamaha, ora sappiamo come migliorare la moto”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico