MotoGP | GP Qatar – Conferenza stampa, Mir: “Stupito che Marquez non corra, per lui non sarà facile recuperare”

Joan Mir, Pol Espargaro, Valentino Rossi, Fabio Quartararo, Jack Miller e Aleix Espargaro danno il via al GP del Qatar con la consueta conferenza stampa. Ecco cosa hanno raccontato

gp qatar conferenza stampa
Credits: corsedimoto

La conferenza stampa dà il via ufficiale al weekend del GP del Qatar, prima tappa del motomondiale 2021. Il primo ad aprire le danze è il campione in carica Joan Mir: “Sono molto contento di ripartire; veniamo da una stagione un po’ particolare e allo stesso tempo bellissima per me, ma ora dobbiamo ripartire da zero. I test non sono andati male per il nostro team, dobbiamo trovare un buon feeling con la moto già qui dalla prima tappa.” 

Lo spagnolo si è detto poi sorpreso di non vedere Marc Marquez: “Pensavo avrebbe iniziato la stagione con noi. Non è affatto positivo saltare due gare, ma lui è forte e veloce e so che potrà recuperare il tempo perso, anche se non sarà una passeggiata.”

È poi il turno di Miller, alla sua prima stagione in Ducati ufficiale. L’australiano mette subito in chiaro che non vuole essere solamente considerato “erede” di Dovizioso. “Sono in Ducati perché ho esperienza e voglio contribuire a sviluppare questa moto. Sono molto felice di essere in questa squadra. Il paragone con Stoner? Non regge, lui nel 2007 ha fatto qualcosa di fenomenale che è impossibile da replicare.”

Pol Esparagro sulle prime esperienze in sella alla HRC: “I test sono andati bene ma abbiamo girato solamente 4 giorni e per di più sullo stesso tracciato; credo sia ancora troppo presto per dire cosa possiamo fare su altre piste. Non conosco ancora al 100% la nostra moto.”

Valentino Rossi sui ricordi con Gresini: “Persona speciale, dispiaciuto per quanto gli è successo. All’inizio della mia carriera era un rivale per me, abbiamo lottato nella categoria 250 e in MotoGP e ricordo di quando ha fatto vincere Capirossi a Philip Island.”

Una serie TV Netflix sul Motomondiale? Quartararo è d’accordo

Ai piloti è stato chiesto cosa ne pensassero se Netflix creasse una serie TV simile a “Drive to survive” ma centrata sul motomondiale. Il francese è stato tra i primi a rispondere con entusiasmo: “Sto guardando la serie sulla F1 e mi piace molto, sarebbe bello se la facessero anche sulla MotoGP. Però non vorrei avere le telecamere puntate nel mio box quando sono arrabbiato!”

Aleix chiude con del sano ottimismo in vista di questa nuova stagione. “Abbiamo apportato dei piccoli cambiamenti sull’Aprilia e mi sento molto meglio rispetto al 2020. Nei test la moto mi è sembrata molto più competitiva, è più facile accelerare e riesco anche a staccare meglio.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Dovizioso non esclude un futuro con Aprilia: “Mi piacerebbe vincere con loro, ma so che non è facile”

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.