MotoGP | GP Qatar – Le parole di Francesco Bagnaia: “Non sono deluso ma ho sbagliato strategia. Non cadere sarà importante per vincere.”

Primo podio con il Team Ducati ufficiale per Bagnaia che conquista una terza posizione al termine del GP del Qatar. L’italiano non è però contento di come ha gestito la gara, soprattutto nei primi giri. MotoGP Qatar Bagnaia parole

MotoGP Qatar parole Bagnaia
Credit: @pecco63 on Instagram

“Chi ben comincia è a metà dell’opera” dice un famoso detto; detto che si sposa perfettamente con la prestazione di oggi di Francesco Bagnaia. Il pilota italiano, all’esordio con il Team Ducati ufficiale, ha infatti raccolto un ottimo terzo posto nel GP del Qatar della MotoGP. MotoGP Qatar parole Bagnaia

La gara di Bagnaia era subito partita benissimo con l’italiano che, dopo la straordinaria Pole Position di ieri, era riuscito a rimanere in prima posizione e a condurre la corsa per tutta la sua prima parte. Il ritorno di Maverick Viñales, vincitore poi della gara, ha però poi completamente stravolto la strategia di gara dell’italiano: Bagnaia ha infatti cercato per più giri di mantenere alla spalle lo spagnolo, arrivando anche al contatto. Questa lotta ha però portato ad un’eccessiva usura dello pneumatico posteriore che ha poi condizionato la seconda parte della sua gara.

Dopo essere stato passato da Viñales, Bagnaia ha visto alzarsi i suoi tempi motivo per cui anche Johann Zarco e Joan Mir sono riusciti a passarlo. L’italiano non ha però mollato e complice anche la lotta tra Zarco e Mir è riuscito a rimanere a ruota dei due, beffando lo spagnolo della Suzuki sul traguardo e conquistando una meritata terza posizione.

A fine gara, contrariamente a quanto prevedibile, Bagnaia non ha mostrato grande felicità in volto ma si è anzi colpevolizzato per il modo in cui ha gestito le gomme, definendo errata la sua strategia di gara.

MotoGP Qatar Bagnaia parole

LE PAROLE DI FRANCESCO BAGNAIA:

“Dopo aver subito i sorpassi di Mir e Zarco mi sono dato una calmata e ho cercato di raffreddare la gomma posteriore – ha dichiarato nel parco chiuso il pilota Ducati – dato che la sentivo molto usurata. Ho tirato troppo nei primi giri e ho sbagliato strategia dato che a fine gara non ne avevo più. Domenica prossima sarò più cauto e più costante.”

“La lotta con Maverick (Viñales, ndr) è stata emozionante. Le ho provate tutte per tenerlo dietro e ne porto addosso i segni (mostra la tuta, ndr). Mettermi davanti a spingere è stata una strategia sbagliata ma mi aspettavo che sarebbe bastato il ritmo dell’1.55 per rimare davanti. Negli ultimi giri invece ho faticato tanto per cercare di rimanere su quei tempi, ma la gomma dietro era veramente finita.”

“Ho comunque cercato di rischiare il meno possibile – ha poi aggiunto Bagnaia – date le tante cadute della stagione scorsa. Per questo week-end ci sono riuscito e dovrò farlo anche quando saremo più in difficoltà con la moto. Guardando la stagione dello scorso anno ho capito che per vincere sarà fondamentale guidare spingendo ma senza fare errori e correre troppi rischi.”

“Il tanto vento mi ha dato fastidio, fin dal warm-up non mi sentivo in formissima. Abbiamo comunque deciso di non cambiare nulla e abbiamo fatto bene. Con 6/7°C in più il passo che avevamo mi avrebbe permesso di andare via più facilmente. Il degrado di oggi rispetto a Yamaha e Suzuki non mi preoccupa, arriveranno piste dove saremo noi ad essere avvantaggiati. Avevo previsto di lottare con Viñales e Zarco guardando le FP4 di ieri. Mi aspettavo ci sarebbero stati anche Quartararo e Morbidelli ma non so cosa è successo.”

“Onestamente sono un po’ deluso – ha confessato il pilota piemontese – ma dopo un week-end del genere non posso non essere allo stesso tempo felice. Dopo l’anno scorso un risultato del genere può solo rendermi orgoglioso.”

Un podio quindi che sembra aver lasciato un po’ di amaro in bocca a Bagnaia. Il pilota torinese è comunque già sembrato carico per il prossimo GP che si terrà la prossima domenica sempre a Losail. Come da lui stesso dichiarato bisognerà cambiare strategia per riuscire ad arrivare meno in crisi agli ultimi giri di gara e di conseguenza per giocarsi fino all’ultimo la vittoria

 

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | GP Qatar-Zarco: “Con il motore Ducati ho salvato il secondo posto.”

 

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.