MotoGP | GP San Marino – Conferenza stampa piloti: “Il Covid-19 è ancora un problema”

La conferenza stampa di MotoGP apre ufficialmente il weekend del GP di San Marino. I piloti Yamaha credono che i freni non daranno problemi a Misano. Unanimità nel sostegno a Martin.

 

Conferenza stampa MotoGP
Marini, Oliveira, Bagnaia, Dovizioso, Quartararo e Rossi. Credits: Petronas SRT

Fabio Quartararo, Andrea Dovizioso, Valentino Rossi, Pecco Bagnaia, Miguel Oliveira e Luca Marini sono i piloti presenti alla conferenza stampa di MotoGP del GP di San Marino.

Fabio Quartararo

“Felice di essere a Misano come leader del mondiale. L’anno scorso ho lottato per la vittoria, avevo un buon passo. Ci riproverò anche quest’anno. In Austria abbiamo avuto parecchi problemi, ma a Misano la nostra moto funziona bene, devo cercare di guidare al meglio.”

“Sono fiducioso, adoro questa pista. 9 gare in così poco tempo sono tante, ma sono giovane, mi piace. Sarebbe bello se Lorenzo facesse più test, ci servirebbe avere più dati. Spielberg è un tracciato dove si frena forte, la temperatura dei freni è molto elevata. Qui a Misano non dovremmo avere alcun problema di questo tipo. Io dormo sul mio camion, nel weekend non mi allontano dalla pista, so che può essere pericoloso.”

Andrea Dovizioso

“4 giorni tra una gara e l’altra sono abbastanza per recuperare. Nessuno per ora è stato costante. L’asfalto nuovo porterà sensazioni nuove. Mi aspetto di essere più competitivo, sono impaziente per le prossime gare. Non ho ancora novità per il prossimo anno, voglio concentrarmi su questa stagione. So di cosa ho bisogno per essere competitivo in MotoGP, non voglio correre tanto per correre. Credo che si debba lavorare sulle regole sulle uscite dalla pista, in Austria non erano chiare.”

Stoner recentemente ha detto che Ducati non ha fiducia nei propri piloti, ma io preferisco non esprimermi a riguardo. Ho parlato con Pedrosa e mi ha detto che ha avuto alcune difficoltà nelle curve veloci qui a Misano, ma Michele [Pirro] non ne ha avuti. Vedremo domani. Se la moto iniziasse a muoversi nella parte veloce della pista sarebbe pericoloso.”

Valentino Rossi

“Correndo sempre in Europa è più facile, non c’è jet-lag e si può tornare spesso a casa. È strano correre 2 volte sulla stessa pista. Correre a Misano è sempre speciale, ci sono cresciuto. Sarà anche speciale tornare a vedere il pubblico, è positivo. In Austria è stato difficile, qui le Yamaha vanno più veloci, potremo lottare per il podio.”

“Non ho fretta di firmare con Petronas, forse potremo fare un annuncio a Barcellona, dobbiamo ancora aggiustare dei dettagli. Mi piace lo stile di Oliveira, in Motogp ha dimostrato di essere veloce. KTM è migliorata molto, sono sicuro che Miguel diventerà uno dei migliori.”

“Ero contento quando ho saputo che Jorge [Lorenzo] sarebbe diventato test driver, ha esperienza con la M1. Fare test è utile, pensate a Pedrosa con KTM. Non so perche Yamaha non lo faccia girare abbastanza, a volte succedono cose strane. Sarebbe bello avere Dovi come test driver, ma spero che trovi una moto per gareggiare.”

“Se qualcuno scrivesse un titolo sul mio ritiro farebbe molte visualizzazioni. Forse è per quello che sono uscite queste notizie recentemente.”

“La notizia di Martin ci fa capire che dobbiamo ancora fare attenzione, stare in casa e vedere meno persone possibile. Poi dipende anche dalla fortuna. Sono geloso della F1 al Mugello, è uno dei tracciati più belli del mondo e quest’anno la MotoGP non ci correrà. Ho girato due volte con un a F1 al Mugello, sono sicuro che i piloti si divertiranno. Sono dispiaciuto per Vettel, non è un bel modo di concludere l’avventura in Ferrari. Sono sicuro che il prossimo anno dimostrerà la sua velocità con Aston Martin.”

“Quello delle moto è un mondo difficile per le donne, ma penso ad Ana Carrasco e ad altre donne veloci che ho incontarto nella mia vita, non hanno bisogno di aiuti, solo di opportunità. A Spielberg eravamo al limite con i freni, qui dovrebbe essere più facile. Tutto è possibile per la lotta al titolo. Ho solo 25 punti da Fabio, ma sono in settima posizione, ci sono tanti piloti vicini. Non sarà facile, ma vogliamo provarci. Credo che questo campionato riserverà sorprese fino all’ultima gara.”

Miguel Oliveira

“Vincere è stata una bella sensazione, ha dato molta motivazione a tutto il team. Non pensavamo di poter raggiungere un obbiettivo così.La pressione non è un problema, sono felice di essere considerato un candidato alla vittoria, l’importante è stare concentrati.”

“Non so se aver potuto fare test qui mi potrà dare un vantaggio, l’asfalto è anche diverso. Dani è stato qui un paio di settimane fa e a quanto ne so i test sono andati bene. Domani vedremo cosa saremo in grado di fare. È fondamentale non essere positivi al virus, spero che si trovi in fretta un vaccino.”

Francesco Bagnaia

“Queste settimane a casa sono state dure, vedere gli altri gareggiare mi rendeva nervoso. Ho fatto molta fisioterapia per essere qui, ma non sono al 100%. Per la nostra moto è una buona pista, credo che potremo ottenere un buon risultato.”

“Molto felice di poter rimanere per altre 2 stagioni in Ducati, vedremo in quale team. Sono contento di essere in Pramac, ma un team ufficiale è il sogno di ogni pilota. Sono un po’ spaventato, ho visto che tante persone sono malate. Dobbiamo stare molto attenti, se risultassimo positivi rischieremmo di saltare tante gare.”

Luca Marini

“Bisogna sempre essere concentrati quando si inizia un weekend. Devo lavorare con i dati, vedremo come andranno domani mattina le FP1. Il livello in Moto2 è molto alto, tanti piloti sono in lotta per il mondiale. Mi spiace per Martin, spero di poterci gareggiare presto contro.”

Seguici anche su Instagram

Moto2 | Jorge Martin positivo al Covid-19: salterà Misano!