MotoGP | GP San Marino: segui con noi la cronaca LIVE della gara di Misano: Bagnaia dipinge un quadro perfetto nel duello con Quartararo e vince. Primo podio in MotoGP per Bastianini

La MotoGP scende in pista alle 14 per la gara del GP di San Marino. Bagnaia parte in pole, insieme al compagno di squadra e Fabio Quartararo. Segui con noi la Cronaca LIVE della gara di Misano! Bagnaia resiste con tenacia su Quartararo e vince la sua seconda gara consecutiva. Storico primo podio in MotoGP per Enea Bastianini.

GP San Marino MotoGP
Credit: Twiter

La gara del GP di San Marino MotoGP metterà un ulteriore tassello che andrà a formare la classifica generale al termine del Mondiale. La classifica generale al via della gara di oggi vede Quartaro primo a quota 214, seguito dal Poleman Bagnaia che accusa un passivo di 53 punti. Joan Mir, terzo a 157 punti, è l’ultimo dei piloti ancora in lotta per il titolo. Il pilota francese, dopo la complicata e sfortunata gara di Aragon, avrà sicuramente voglia di passare primo alla variante del parco.

Questo weekend è importante per via delle tante novità: In primis, il ritorno in pista di Morbidelli con il team ufficiale Yamaha, di Dovizioso con il team Petronas al posto proprio del pilota della VR46 Accademy. In seconda battuta, per il ritorno nelle migliori posizioni di Vinales che, nel corso delle Prove Libere, ha fatto rivedere i risultati a cui era abituato prima della crisi con la sua ex casa motociclistica.

Le Qualifiche di ieri pomeriggio, oltre a consegnare le due Ducati e Quartararo in prima fila, ha visto Martin, Zarco e Pol Espargaro in seconda fila. Terza fila che sarà composta da Marc Marquez, Aleix Espargaro e Rins. Il pilota spagnolo precederà Vinales, Mir e Bastianini che partiranno dalla quarta fila. Diversi piloti sono rimasti esclusi dal Q2 e partiranno dalle retrovie. Morbidelli partirà dalla sedicesima casella, mentre le due Yamaha Petronas occuperanno le ultime due posizioni.

Nel Warm Up di stamane, Alex Rins ha preceduto nei tempi Quartararo, Bagnaia e Mir. Come già avvenuto nelle FP1, nella sessione di Prove di questa mattina c’è stata una grande concentrazione di piloti in un secondo; ben venti.

Cronaca LIVE GP San Marino MotoGP


14:45 – Termina qui la cronaca LIVE del GP di San Marino MotoGP. Rimanete aggiornati su F1inGenerale per leggere le parole dei protagonisti, e per leggere le sintesi delle Gara2 di MotoE e Superbike.

14:43 – La classifica finale è la seguente: Bagnaia, Quartararo, Bastianini, Marc Marquez, Miller, Mir, Pol Espargaro, Aleix Espargaro, Binder, Nakagami, Pirro, Zarco, Vinales, Bradl, Alez Marquez, Petrucci, Rossi, Morbidelli, Marini, Oliveira e Dovizioso.

14:41 FRANCESCO BAGNAIA VINCE IL GP DI SAN MARINO! Il pilota di Chivasso porta l’Italia sul primo gradino del podio, stando più in alto di Quartararo che vede accorciarsi a 48 punti il vantaggio, e di uno spettacolare Enea Bastianini che coglie il primo podio in MotoGP.

Ultimo Giro – Bagnaia percorre bene la prima variante, ma Quartararo è francobollato. Pecco affronta bene anche le curve che portano alla Quercia e al Tramonto. Successivamente, spreme il motore sul rettilineo che porta al curvone e, con un vantaggio di quattro decimi, affronta il T4 con relativa tranquillità.

Giro 26 – Quartararo ricuce definitivamente su Bagnaia e inizia a studiare bene le sue traiettorie, nel mentre, arriva un Track Limits Warning a Joan Mir. Bagnaia risponde a Quartararo spingendo al massimo il suo motore sui diversi semi rettilinei di Misano.

Giro 25 – Altri tre decimi rosicchiati da Quartararo che si porta a quattro decimi dal posteriore della Ducati prima in classifica. Il pilota piemontese perde tanto nel quarto settore, dove la spalla sinistra della gomma viene maggiormente messa sotto stress.

Giro 24 – Scende a soli sette decimi il vantaggio di Pecco su Quartararo che inizia ad apparecchiare la tavola a un sorpasso che gli varrebbe la possibile vittoria del GP di San Martino MotoGP. Nel corso del giro, lontano dalle inquadrature, Mir prende la sesta posizione sull’Aprilia di Espargaro.

Giro 23 – Quartararo riprende a macinare i decimi di vantaggio su Bagnaia. Il francese, sul traguardo, si è riportato a un solo secondo sul pilota di Chivasso. Più indietro, Mir insidia A. Espargaro.

Giro 22 – Sul traguardo, la classifica era la seguente: Bag, Qua, Bas, Mil, M. Mar, A. Esp, Mir, P. Esp, Bin, Nak.

Giro 21 – Bagnaia argina Quartararo girando con un tempo identico con il francese. Nel corso del giro Bagnaia guadagna tre decimi e passa sul traguardo con un secondo e cinque di vantaggio.

Giro 20 – Quartararo, che gode di quasi tre secondi su Bastianini, toglie un altro mezzo secondo su Bagnaia che gode ancora di un vantaggio di un secondo e tre. Tuttavia, Quartararo passa per la seconda volta sul verde.

Giro 19 – Bastianini segna il terzo giro veloce di fila e si attacca alla coda di Miller che ha ricevuto anche un Track Limits Warning. Bastianini, dopo aver tentato il sorpasso alla Quercia, affonda la staccata al curvone e si prende la terza posizione.

Giro 18 – CADE RINS. Lo spagnolo di Suzuki scivola alla variante del parco e lascia in solitaria Bastianini che ha appena segnato un secondo giro veloce e si è portato sotto il secondo con Miller. Anche Quartararo gira veloce e fa scendere a due secondi il ritardo su Bagnaia.

Giro 17 – Bastianini coglie il giro veloce in 1.32.314 e si porta a un solo secondo e otto di ritardo su Miller che fatica a tenere la coda di Fabio Quartararo.

Giro 16 – Bagnaia risponde riportando il vantaggio a due secondi e sette su Quartararo. Bastianini, invece, deve guardarsi dal pressing di Rins, che ha ricucito definitivamente sul campione in carica Moto2.

Giro 15 – Precipita il vantaggio di Bagnaia che perde subito mezzo secondo sul francese inseguitore. Inoltre, appare degradata la gomma posteriore del pilota di Chivasso. Infine, Lecuona cade alla quattro e Quartararo va sul verde alla prima delle Misano.

Giro 14 – Alla seconda del Rio, Quartararo rompe gli indugi e infila Miller per mettersi all’inseguimento di Bagnaia. Al curvone, più indietro, Rins coglie il sorpasso su Marquez che gli vale la quinta posizione.

Giro 13 – Arriva un Track Limits Warming anche a Vinales che occupa la quattordicesima posizione. L’aumento del ritmo del duo Miller-Quartararo porta ad un aumento del vantaggio su Bastianini.

Giro 12 – Martin non sconta il secondo Long Lap Penalty e si ferma ai box per porre termine alla sua gara. Quartararo, invece, prova ad avvicinarsi a Miller, ma il ritmo dell’australiano e il posteriore poco composto della sua Yamaha non gli permettono di impensierire il pilota Ducati.

Giro 11 – I primi quattro piloti mantengono inalterati i distacchi dei giri precedenti. Nel mentre, Rins riceve un Track Limits Warning e, in seguito a un taglio nel tentativo precedente, Martin viene obbligato ripercorrere il Long Lap Penalty.

Giro 10 – Viene comminato un Long Lap Penalty anche a Marini. Le motivazioni sono le stesse per cui è stato comminato ai due piloti Pramac.

Nono giro – Un errore di Miller e Quartararo nel giro precedente aiuta Bagnaia, che porta a due secondi e sette il suo vantaggio, e Bastianini che accorcia a due secondi e sei il passivo sul duo che lo precede.

Giro 8 – Viene comminato un Long Lap Penalty per le due Pramac che hanno tagliato delle curve traendo vantaggio.

Giro 7 – Bagnaia passa sul traguardo con un secondo e due sulla pattuglia composta da Miller e Quartararo che, a loro volta, godono di tre secondi e cinque su Bastianini che gira più veloce di loro. Al Carro anche Mir infila Pol Espargaro.

Giro 6 – Bastianini infila anche Marquez alla Quercia sfruttando una traiettoria alquanto particolare. Al Carro, invece, Rins infila Aleix Espargaro, per conquistare la sesta posizione.

Giro 5 – Bastianini impone un ritmo stratosferico e, dopo aver superato la Honda di Pol Espargaro, si aggancia al duo Marquez, A. Espargaro portandosi dietro Rins. Bastianini rompe subito gli indugi sul pilota Aprilia e lo infila alla prima occasione.

Giro 4 – La classifica è la seguente: Bag, Mil, Qua, A. Esp, M. Mar, P. Esp, Bas, Rin, Mir, Pir, Zar, Nak, Bin, Mar, Lec, Vin. Al Carro Bastianaini sorpassa Pol Espargaro e, poche curve dopo, anche Rins lo sorpassa per la seconda volta.

Giro 3 – Martin infila nuovamente Quartararo alla Quercia, il francese gli risponde alla staccata del Curvone. Martin è poi scivolato alla curva del Carro.

Giro 2 – Bagnaia passa sul traguardo con un secondo su Miller. Alla variante del parco Martin infila Marquez e e Quartararo, ma finisce lungo e permette il controsorpasso del connazionale. Martin, però, mantiene la quarta posizione.Più indietro, Pol Espargaro appare in crisi, con il fratello e Rins che lo sorpassano velocemente.

Giro 1 – Marquez si francobolla subito a Quartararo che vede subito andare via le due Ducati, con Bagnaia che riesce a staccarsi, a sua volta, da miller.

4:00 PARTITI! Scatta bene al semaforo spento Bagnaia. Anche Martin parte bene, mentre Quartararo, dopo uno scatto non dei migliori, riesce a risalire al Parco e si riprende la terza posizione.

13:58 – Inizia il giro di ricognizione, al termine, il via del GP di San Marino classe MotoGP.

13:55 – Si sono già corse, come da tradizione, le due gare di Moto3 e Moto2. Nella classe minore, grande gioie per gli italiani che hanno monopolizzato il podio. In Moto2, invece, sono state le KTM ha prendersi i riflettori.

13:52 – La griglia di partenza riassunta nel seguente tweet del profilo ufficiale della MotoGP.

13:50 – Amici di F1inGenerale, buon pomeriggio e benvenuti alla cronaca LIVE del GP di San Marino MotoGP. La gara rischia di corrersi con condizioni incerte, con la pioggia pronta a fare capolino sulla pista romagnola. Le temperature sono di 25°C per l’aria, e di 28°C per l’asfalto.

Seguici su Telegram

Moto3 | GP San Marino – Sintesi gara: Foggia guida la tripletta italiana

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico