MotoGP | GP Spagna – Morbidelli: “Le ultime modifiche di stamattina mi hanno permesso di fare questo risultato”

È un Franco Morbidelli molto soddisfatto quello che oggi si è presentato alle interviste internazionali e ai microfoni di Sky. Stando alle parole del pilota Petronas, è stata la mano di Forcada a permettergli di raggiungere il podio nel GP di Spagna MotoGP.

Foto: profilo Twitter @MotoGP

Franco Morbidelli ha concluso in terza posizione il GP di Spagna MotoGP. Il pilota della VR46 Riders Accademy, nonostante un momento di crisi a metà gara, è stato capace di tenere il podio e di, negli ultimi giri, di ricucire su Bagnaia. Come da tradizione, Morbidelli è apparso molto riposato e contento del risultato. Soprattutto ai microfoni dell’emittente satellitare, il pilota Petronas ha sottolineato il merito del suo capotecnico nel effettuare modifiche che gli hanno permesso di raggiungere il podio con una moto sicuramente di un livello inferiore alle altre.

Inoltre, Morbidelli ha sottolineato come le caratteristiche del circuito di Jerez abbiano aiutato a far emergere di meno i limiti della M1 2019.

Le parole di Morbidelli al termine del GP di Spagna

Al parco chiuso: “Oggi ho dato più del mio massimo in ogni momento, ho rischiato molto però alla fine  sono stato premiato con questo podio che ha il sapore di una vittoria, soprattutto sapendo qual è il nostro livello. È una bellissima sensazione essere su quel prezioso gradino.”

Ai microfoni di Sky: “Faccio mia la parola “forza di volontà”. È stato un weekend fantastico dove abbiamo lavorato in maniera impeccabile. Stamattina Ramon ha fatto l’ultima modifica che, come sempre, mi ha dato quel qualcosa in più che in gara si è visto. Oggi c’era meno grip e noi avevamo fatto la modifica giusto che mi ha fatto essere molto costante e concentrato. Alla fine siamo stati premiati da questo podio che ha un sapore davvero tanto, ma tanto, dolce.”

Leggi anche:

MotoGP | GP Spagna – Miller: “Vincere con questi colori è un sogno che avevo da tutta la vita”

“La pista di Jerez mi è stata d’aiuto nel rendere meno visibili i passivi che la mia moto accusa. Il fatto che i rettilinei sono molto corti mi ha aiutato a pagare di meno rispetto alle altre Yamaha e, soprattutto, alle Ducati. Qua nel GP di Spagna ho avuto la possibilità di sfruttare maggiormente i miei punti di forza in MotoGP, quali la staccata e la percorrenza in curva.”

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Spagna – Bagnaia: “La doppietta di oggi vale più del secondo posto a Portimao”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico