MotoGP | GP Spagna – Warm-Up: Viñales primo, altro botto per Marquez

Lo spagnolo di casa Yamaha chiude in testa il Warm-Up per la classe MotoGP. Segue la coppia francese Zarco-Quartararo. Molte cadute nel turno.

Warm-Up GP Spagna

Il Warm-Up del Gran Premio di Spagna si è rivelato insidioso per i piloti della classe MotoGP. Le temperature non ottimali hanno dato fastidio ai 23 concorrenti, specialmente alle gomme anteriori, viste le ben quattro cadute nei 20 minuti della domenica mattina. Alla fine è Maverick Viñales che riesce a stampare il miglior tempo della sessione con 1:37.642. L’alfiere Yamaha precede la Ducati di Johann Zarco, che oltre a qualche sprazzo sembra fare fatica con la costanza. Terzo tempo per l’altra Yamaha di Fabio Quartararo che, vista la sua costanza, rimane il favorito per la vittoria del GP.

Ottimo quarto tempo per la KTM di Brad Binder, che precede con un bel distacco i propri compagni di marca. Joan Mir è 5°, davanti a Franco Morbidelli. Settimo tempo per Enea Bastianini, che si conferma ai vertici della classifica solo dopo poche gare nella categoria. Ottavo tempo per Francesco “Pecco” Bagnaia, che ha girato meno rispetto ai propri avversari. Continua la buona prestazione di Aprilia e Aleix Espargaro, 9°. Chiude la top 10 Alex Marquez.

Solo 12° Alex Rins in sella alla propria Suzuki, che paga ben tre decimi dal proprio compagno di squadra. L’incubo continua in casa Honda: nonostante l’undicesimo tempo di Stefan Bradl, sia Marc Marquez che Pol Espargaro finiscono nel ghiaione. Prima cade il #44 in entrata di curva 10, ma riesce a finire il turno dopo le dovute riparazioni. Discorso diverso per l’otto volte campione del Mondo, che termina il proprio turno proprio a pochi minuti dal termine perdendo l’anteriore in entrata di curva 4. Lo spagnolo non ha subito danni fisici fortunatamente ed è tornato ai box sulle proprie gambe, ma non si può dire lo stesso della moto. La RC213V è completamente disintegrata dopo il botto.

Male anche Jack Miller, solo 16°. È 18° Iker Lecuona, seguito da Takaaki Nakagami. Entrambi sono caduti rispettivamente a curva 13 e 2, senza gravi conseguenze alle proprie moto. Ventesimo tempo per Valentino Rossi, che lamenta dei problemi al semi-manubrio sinistro. Il Dottore prima è uscito in pista con due Soft, salvo poi cambiare ad una gomma Media al posteriore, per poi concludere il turno con la seconda moto.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoE | Sintesi E-Pole: Un mostruoso Granado precede Tulovic e il super rookie Aldeguer

Aggio Valentino

19 anni, amante di MotoGP e Superbike.