MotoGP | GP Stati Uniti – Bagnaia: “Mi aspettavo di più, ma ho faticato a trovare il ritmo”

Francesco Bagnaia ha chiuso al quinto posto nel GP degli Stati Uniti. Si aspettava di poter essere più veloce nel finale di gara. Ora vuole continuare a lavorare per colmare il gap di 38 punti dalla vetta del mondiale.

GP Stati Uniti Bagnaia
Credit: MotoGP.com

Altra gara al di sotto delle aspettative per Pecco. Bagnaia, dopo essere partito dalla terza posizione, non riesce ad andare oltre il quinto posto al GP degli Stati Uniti. Dal passo gara mostrato nelle prove libere e dalla conquista della prima fila in qualifica tutti si sarebbero aspettati almeno un podio.

Sinceramente mi aspettavo di girare più veloce, ma ho faticato a trovare il ritmo. Oggi il nostro massimo obiettivo era il quinto posto, altri sono stati più bravi. Jack Miller è riuscito a salire sul podio con la specifica uguale alla mia. Enea (Bastianini, ndr) è stato velocissimo e credo che abbia gestito in maniera perfetta le gomme e la moto. Penso che solo lui avrebbe potuto rivaleggiare con Marc Marquez, qualora fosse partito bene. Marc aveva il passo per vincere, vista la rimonta che ha fatto. Io mi sono dovuto difendere e perdevo molto in accelerazione. Dobbiamo capire i motivi.


Leggi anche: Moto2 | GP Stati Uniti – Gara: Arbolino vince in solitaria! Fuori Vietti e Canet


Ci stiamo avvicinando piano piano, forse un po’ troppo piano, ma weekend come questo e come quello dell’Argentina ci aiuteranno ad avvicinarci sempre di più. Sapevo che il consumo della gomma sarebbe stato abbastanza importante per noi. Ho cercato di essere conservativo, ma quando ho provato a rifarmi sotto ai primi, mi sono reso conto che erano un pizzico più veloci di me. Come ho già detto, il quinto posto oggi era il massimo”.

Guardando verso il prossimo GP, a Portimao:  “Sarà una buona occasione per fare una comparazione, perché l’anno scorso ci abbiamo corso due volte e siamo stati molto competitivi. Ho vinto quando ci siamo tornati alla fine dell’anno e il mio passo era molto competitivo, quindi ci servirà per capire a che punto siamo. Sicuramente non sono contento di queste posizioni, ma so di aver dato il massimo. Ora dobbiamo capire perché non ho potuto fare meglio del quinto posto, ma non sono arrabbiato come in Qatar o a Mandalika”

 

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.