MotoGP | GP Stati Uniti – Quartararo: “Ho dato il massimo. Bello essere davanti a Bagnaia”

Fabio Quartararo è soddisfatto del secondo posto ottenuto nel GP degli Stati Uniti ad Austin. Il francese della Yamaha non è riuscito a tenere il ritmo del vincitore Marquez ma ha guadagnato punti sul diretto inseguitore Bagnaia.

Quartararo GP Stati Uniti
Foto: Monster Energy Yamaha MotoGP Twitter

Fabio Quartararo porta a casa un altro grande risultato al termine del GP degli Stati Uniti. Il pilota Yamaha ha conquistato il secondo gradino del podio, dietro al vincitore Marquez che ha dominato la gara dal primo all’ultimo giro. Quartararo ha preceduto, al termine dei 20 giri compiuti sul circuito di Austin, il diretto inseguitore Francesco Bagnaia, guadagnando punti importanti in chiave campionato.

Il francese ha scelto di affrontare il caldo texano con una gomma dura all’anteriore e una gomma soffice al posteriore. Il pilota Yamaha è scattato bene dalla seconda casella ottenuta in qualifica, infilando il poleman Bagnaia, lasciando però la leadership nelle mani di Marc Marquez. Nelle prime fasi del GP ha provato a tenere il ritmo del campione spagnolo, contenendo il distacco all’interno del secondo.

Nelle successive fasi di gara, Quartararo ha visto crescere giro dopo giro il suo distacco da Marquez e non è riuscito a lottare per la vittoria. Dopo essersi difeso in frenata dagli attacchi di Jorge Martin, è riuscito a costruire un margine importante nei confronti dei piloti dietro e ha gestire la sua seconda posizione in maniera relativamente tranquilla.

Fabio Quartararo ha tagliato il traguardo in seconda posizione con un distacco di circa cinque secondi dal vincitore Marc Marquez e con un vantaggio di 4 secondi sul pilota in terza posizione, Francesco Bagnaia. Il francese aggiunge un altro grande risultato alla sua straordinaria stagione, portando a 10 il numero di podi ottenuti nel corso di questo 2021. Con questo risultato, Quartararo guadagna altri 5 punti nei confronti di Francesco Bagnaia e porta il suo vantaggio in classifica a quota 52 punti.


Leggi anche: Moto2 | GP Stati Uniti – Sintesi Gara: vince ancora Raul Fernandez. Garnder Out, Mondiale riaperto!


Le parole di Fabio Quartararo

Dopo i festeggiamenti con i tecnici della sua squadra, Fabio Quartararo ha parlato ai microfoni di Simon Crafar e ha mostrato tutta la sua soddisfazione.

“Questo risultato vale più di una vittoria. Mi sento molto bene. Dal punto di vista fisico la gara è stata difficile ma è davvero bellissimo vedere questo risultato. Essere arrivati davanti a Pecco è bellissimo. Sono contento per i fans americani e per essere riuscito ad aumentare il mio vantaggio in campionato.”

Ai microfoni di Sky, il francese ha analizzato la gara più approfonditamente: “Ho dato tutto per rimanere con Marquez perché dietro c’era un bel gruppo di piloti. Ho dato il massimo. Abbiamo fatto un bel lavoro. Sono veramente contento perché ero al limite, soprattutto nei primi dieci giri. Dopo è stato un po’ più facile ma la gara è stata lunga.”

“Mi sento in una condizione di controllo con la moto e con me stesso. La gara è stata difficile. Prima di iniziare la corsa avevo mal di testa e mal di pancia. Quando a fine gara è arrivato questo secondo posto tutto è sparito.”  

“Quando Martin ha provato a passarmi dovevo difendermi. Se mi avesse passato in quel momento la gara sarebbe diventata difficilissima. In quel momento Marquez aveva aumentato il suo vantaggio e ho spinto alla morte per costruire un distacco. Ho guadagnato tre decimi ed è stato difficile arrivare ad 1.3 secondi.”

Quartararo ha commentato le prestazioni della sua Yamaha M1, evidenziando come la frenata sia il suo punto forte. Il motore, però, rimane uno dei punti deboli della moto giapponese e il francese si aspetta un miglioramento per il futuro.

“La mia moto è molto forte in frenata. Abbiamo anche tanti punti deboli ma in frenata facciamo la differenza e siamo meglio degli altri. In tutto il resto abbiamo qualche difficoltà. Per il futuro vediamo cosa succede. Dobbiamo fare qualcosa, abbiamo bisogno di uno step grande. Ora siamo messi molto bene ma ci manca qualcosa a livello di motore.”

A Misano Valentino Rossi correrà per l’ultima volta nella sua carriera di fronte al pubblico italiano. Quartararo ha commentato la difficoltà di prendere il posto in squadra di uno dei campioni indiscussi del motociclismo.

“Non posso paragonarmi a Vale. Per me è un momento speciale. Quando ho preso il suo posto nella squadra avevo tanta pressione. Aver fatto un così buon lavoro è davvero speciale.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

 

Moto3 | GP Stati Uniti – Sintesi Gara: Guevara vince una gara caratterizzata da bandiere rosse e polemiche