MotoGP | GP Stiria – Bagnaia: “Ovviamente la vittoria che non arriva non mi rende felice”

Un inizio di gara molto positivo per Francesco Bagnaia che si mette subito in prima posizione. Dopo la seconda partenza, causa bandiera rossa, le cose non sono andate come nei giri in cui era davanti a tutti. MotoGP GP Stiria Bagnaia

MotoGP GP Stiria Bagnaia
Foto: Twitter Ducati

A causa di una bandiera rossa per l’incidente di Dani Pedrosa e Lorenzo Savadori, la gara è stata divisa in due parti. La prima parte, dove sono stati fatti solamente 2 giri, ha visto come protagonista Francesco Bagnaia che, grazie ad un’ottima partenza, si è portato subito al comando. Dopo la seconda partenza le cose non sono andate esattamente nello stesso modo. Fin dai primi metri Bagnaia ha iniziato a perdere posizioni e non riusciva ad essere veloce come aveva fatto nei primi due giri prima dell’interruzione della gara. Durante l’intervista post gara si è scoperto che la sua gara è stata compromessa da una gomma posteriore che non ha lavorato bene. MotoGP GP Stiria Bagnaia

Le parole di Francesco Bagnaia ai microfoni di Sky MotoGP GP Stiria Bagnaia

“Sinceramente non so cosa sia accaduto. Nella prima parte di gara ero velocissimo e mi sentivo bene, tutto funzionava perfettamente ed ero in totale controllo. Alla ripartenza il posteriore della mia moto non lavorava come avrebbe dovuto fare. Me ne sono accorto appena sono entrato in pista che c’era qualcosa che non andava. Ho cambiato anche la gomma anteriore da una media ad una hard ma quella ha lavorato molto bene. Qualche volta queste cose succedono e ovviamente non ne sono felice, ma sono cose che dobbiamo capire per evitare che capitino”.

“Ho scelto di montare la dura davanti perché la media che avevo scelto all’inizio si era surriscaldata, ho capito che non sarei riuscito a finire la gara con quella gomma lì. La scelta era corretta, era l’unica chance di finire la gara per me. Poi visto che nella seconda parte del GP sono stato anche costretto a forzare di più sull’anteriore perché era l’unica cosa che funzionava, sono felice di averlo fatto. Con la media forse sarei caduto”.

“Il mondiale è ancora lungo, ma più di 50 punti sono tanti da recuperare. Dobbiamo cercare di non perdere punti da Fabio Quartararo e per farlo gli dovremmo stare davanti ma non facile perché è in grandissima forma. Oggi qui abbiamo perso una grande chance, ma non dobbiamo pensarci troppo perché dobbiamo lavorare per la prossima gara. Siamo stati tra i migliori per tutto il week end, ma non abbiamo concluso la gara nella posizione che volevamo”.

“Ovviamente la vittoria che non arriva non mi rende felice”.

“Sono contento per Jorge Martin e la Pramac che è stata la mia prima squadra qui in MotoGP e stanno lavorando bene. Martin è stato veloce per tutto il week end e anche noi lo eravamo. Alla fine però succede sempre qualcosa che non mi aiuta a vincere”.

“Io penso sempre al campionato. Questa prima vittoria in MotoGP continua a mancare e non so quando e se arriverà. Non sai mai quando vincerai, ma so che noi stiamo lavorando bene. Questo week end eravamo velocissimi come lo siamo stati anche altre volte. Alla fine ci manca sempre qualcosa ed evidentemente c’è qualcosa che ci sfugge e dobbiamo capire cosa sia. Quando succedono cose come quella di oggi noi non possiamo farci nulla”.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | GP Stiria – Mir: “Mai forti come oggi in questa stagione”

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.