MotoGp | GP Thailandia – Libere 1, doppietta Yamaha

Il più veloce in questa prima sessione di prove libere è Maverick Viňales in 1’32”220 seguito dal compagno di squadra Valentino Rossi. GP Thailandia Libere 1

GP Thailandia Libere 1
Maverick Viňales Foto: Yamaha Moto Gp

Splende il sole sul circuito della Thailandia, inizia il primo turno di libere anche per i piloti della Moto Gp.

Tutti i piloti entrano subito in pista.

La moto di Jorge Lorenzo è stata leggermente modificata per permettere al pilota di avere un maggior comfort durante la guida avendo ancora il piede infortunato (infortunio nella gara di Aragon).

Subito problemi in pista per Alex Rins che appena è sceso in pista è rimasto a piedi. Rientrerà poi in pista con l’altra moto.

In questa prima sessione di libere i due piloti ufficiali della Yamaha cercheranno di migliorare il tempo che fecero nei test di Febbraio, i quali non sono andati benissimo per loro.

In questa prima uscita Valentino Rossi ha scelto una coppia di gomme medie, mentre il suo compagno di squadra Maverick Viňales ha scelto una gomma media all’anteriore e una soft al posteriore.

Piero Taramasso, tecnico Michelin

“Nei test avevamo portato diversi tipi di soluzioni di gomme.

Con quei dati poi abbiamo fatto gomme specifiche per questa pista. C’è una carcassa più dura, la quale serve a mantenere una temperatura della gomma più bassa. Ci sono 2 medie per il posteriore, di cui una sul lato destro è ha un badge più morbido”.

“Sarà importante per la gara la gomma posteriore”.

In questo primo run, troviamo davanti a tutti Marc Marquez seguito da Andrea Iannone e Danilo Petrucci. Le Yamaha più attardate con Maverick Viňales 6° e Valentino Rossi 13°.

Attardato anche Jorge Lorenzo, solo 16°, ma devono capire se è un problema legato al piede oppure ci sono altri problemi. Lorenzo nei test, su questa pista, aveva faticato molto.

In casa Ducati continua il lavoro di aerodinamica.

Davide Brivio, box Suzuki

“Arriviamo da 3 buone gare, già in Austria con Rins siamo andati bene, a Misano anche se abbiamo avuto dei problemi di gomma nella parte finale siamo andati abbastanza bene e ad Aragon abbiamo fatto un terzo e un quarto posto. Su questa pista cercheremo di stare con i primi”.

“La proposta di fare un up-grade del motore durante la stagione era una buona proposta da parte di Yamaha, ma ovviamente alcuni non sono d’accordo. I motori solitamente si decidono a Novembre, avere questo step sarebbe importante per tutti anche per permettere, magari a chi ha sbagliato qualcosa nel motore, di cercare di migliorare”.

“Avere uno sviluppo, una piccola modifica durante l’anno è ragionevole”.

Alla fine del secondo run, le posizioni sono rimaste invariate. Jorge Lorenzo è risalito in classifica di qualche posizione.

Andrea Dovizioso nel terzo ed ultimo run in questa sessione ha montato al posteriore una gomma nuova media.

Marc Marquez, come fa solitamente, continua a lavorare con il solito set di gomme.

Valentino Rossi ha montato una gomma soft all’anteriore e una media al posteriore e migliora il suo tempo risalendo la classifica. Non ci è dato sapere però quale delle due soluzioni ha montato, se quella che ha una parte più morbida oppure l’altra.

Maverick Viňales ha montato gomme soft nuove, questo gli ha permesso di mettersi nelle primissime posizioni.

“Commetti positivi dopo il secondo run da parte dei piloti, ma non avevamo nulla di nuovo rispetto ad Aragon. Vedremo cosa riusciremo a fare nelle FP2 avendo adesso più dati”.

“Non ci aspettavamo un turno cosi visto come erano andati i test”.

“Dare qualsiasi giudizio sulle gomme adesso è presto, quest’anno hanno ammorbidito la carcassa e noi abbiamo sofferto questo, però in questa gara abbiamo una carcassa più dura e questo potrebbe aiutarci”.

Classifica FP1

Foto: Simon Patterson via Twitter

Prossimo turno di prove libere per la Moto Gp sarà alle 9:00

MotoGp | GP Thailandia – Libere 1, doppietta Yamaha
Lascia un voto
mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.