MotoGP | GP Valencia: Cronaca LIVE: Morbidelli vince ma Joan Mir è campione del mondo.

Franco Morbidelli vince il GP di Valencia di MotoGP. La vittoria del pilota italiano non basta per tenere aperto il mondiale che, per la prima volta, va a Joan Mir. Nel centesimo anno di attività, Suzuki vince il suo primo mondiale in MotoGP e porta a casa il suo primo iride negli ultimi venti anni. Infatti, L’ultimo mondiale di Suzuki è arrivato nel 2000 con Kenny Roberts Jr che trionfò nella classe 500.

GP Valencia MotoGP
Foto: profilo Twitter @sepangracing

Le qualifiche del GP di Valencia di MotoGP, disputatesi ieri, hanno visto la Pole andare a Franco Morbidelli. L’italiano precederà Miller e Nakagami. La seconda fila sarà composta da Zarco, Pol Espargaro e Vinales. Partiranno attardati Quartararo (undicesimo), Mir (dodicesimo) e Rins (quattordicesimo).  Hanno avuto grandi difficoltà anche Rossi e Dovizioso che partiranno, rispettivamente, sedicesimo e diciassettesimo. La griglia di partenza, per com’è formata, renderà la gara sicuramente avvincente e può riaprire la lotta per il mondiale.

Non ha preso parte al weekend Iker Lecuona. Lo spagnolo, che ha avuto casi di positività in famiglia, è risultato positivo al tampone e salterà questa e l’ultima gara stagionale.

Nel corso di questo weekend è arrivata l’ufficialità del passaggio, come tester, di Crutchlow in Yamaha. Il pilota inglese sostituirà Jorge Lorenzo.

Le condizioni metereologiche vedono cielo sereno e temperatura di 23°C. Queste condizioni dovrebbero permanere per tutta la gara e dovrebbero assicurare una gara con condizioni di pista asciutta.

Sarà importante la scelta delle gomme. Nella gara di domenica scorsa, infatti, la scelta sbagliata delle gomme ha condizionato la gara di Franco Morbidelli.

Cronaca LIVE GP Valencia MotoGP


14:52 – Termina qui la cronaca LIVE del GP  di Valencia di MotoGP. Rimante su F1inGenerale.com per le interviste ai protagonisti di questa meravigliosa gara. La MotoGP tornerà in pista il prossimo weekend per l’ultimo GP della stagione.

14:50 – La classifica mondiale vede definitivamente trionfare Joan Mir con 171 punti. A ventinove punti di distacco si trova Morbidelli, a 33 Rins e a 44 Vinales.

14:48 – La classifica del GP di Valencia recita: Morbidelli primo, seguito da Miller e Pol Espargaro. Termina quarto Rins, poi Binder, Oliveira, Mir, Dovizioso, Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Undicesimo Bagnaia, dodicesimo Rossi,  quindicesimo Petrucci e ultimo Savadori.

14:43 JOAN MIR È CAMPIONE DEL MONDO! La Suzuki torna a vincere un mondiale dopo quello nel 200 conquistato da Kenny Roberts Jr. Per la Suzuki e Mir è il primo mondiale in MotoGP.

Ultimo giro – Sul rettilineo Miller infila ma Morbidelli risponde alla 2. Il secondo sorpasso di Miller arriva alla quattro ma, di nuovo, Morbidelli incrocia alla cinque. Un piccolo errore alla otto permette a Morbidelli di prendere qualche decimo per prendersi la vittoria.

26° giro – Miller si è riportato a 2 decimi. Gli ultimi due passaggi saranno fondamentali per la vittoria del GP di Valencia MotoGP. Il mondiale, invece, è saldamente in mano a Mir.

24° giro – Morbidelli sembra essersi stabilizzato e si è riportato a sei decimi su Miller. Fuori dai giochi Pol  Espargaro che paga due secondi e mezzo sull’australiano.

23° giro – La ventiduesima tornata è stata tragica per Morbidelli che sta accusando un drop alla gomma. Miller, che non sembra patire cali, si è portato a 3 decimi e mezzo sul pilota Yamaha.

22° giro – Rossi riesce a prendersi la dodicesima posizione su Crutchlow. Il Dottore ha ora davanti Bagnaia che gode di un grande vantaggio sul pesarese.

21° giro – La caduta di Nakagami avvicina ulteriormente Mir al titolo. Lo spagnolo, che sta amministrando la sua settima posizione, vincerebbe il mondiale con ventinove punti di vantaggio su Morbidelli, che sta mantenendo a debita distanza Miller

19° giro – Nakagami rompe subito gli indugi e, all’ultima staccata, tenta il sorpasso su Pol Espargaro. Il giapponese, purtroppo per lui, chiede troppo all’anteriore che cede e lo butta a terra. Il pilota del team LCR è costretto al ritiro.

19° giro – Nakagami ha ricucito definitivamente su Pol Espargaro. Il duo appena formatosi, paga un ritardo di un secondo e due su Miller.

18° giro – Dovizioso riesce finalmente a superare Aleix Espargaro alla uno. Miller, nel diciassettesimo giro, segna il giro veloce e si porta a sei decimi da Morbidelli. Il pilota Petronas risponde nei primi due settori e si riporta a otto decimi dall’australiano.

17° giro – Nakagami continua a girare forte e si porta a sette decimi dal pilota KTM. Miller, nel mentre, mette il turbo e rosicchia due decimi a Morbidelli. L’italiano gode ancora di otto decimi sul pilota Pramac.

16° giro – Nakagami ha abbassato i suoi tempi e, girando in 1.31.4, sta andando a ricucire su Miller e Pol Espargaro.

13°  giro – La situazione in pista vede Morbidelli primo in solitaria con un secondo e due su Miller e Pol Espargaro. Il duo Ducati-KTM gode di circa due secondi sul gruppo di Nakagami, Rins, Oliveira e Binder. Loro hanno un vantaggio di un secondo e quattro su Mir, Aleix Espargaro e Dovizioso.

12° giro – Mir si cautela su Dovizioso e supera Aleix Espargaro. Dovizioso reagisce e si mette negli scarichi dell’Aprilia.

11° giro – Anche Rins infila Oliveira e conquista la quinta posizione.

10° giro – Nakagami infila Oliveira nel T4 e si prende la quarta posizione. Davanti a tutti, Morbidelli ha messo otto decimi su Miller e Pol Espargaro.

9° giro – Quartararo scivola e cade alla 6. Con questa caduta, il francese dice definitivamente addio alle speranze mondiali.

9° giro – Arriva il Track Limits Warming per Nakagami.

7° giro – Seppure nelle retrovie, Dovizioso sta facendo una grande gara e si è portato alla coda di Joan Mir che occupa la nona posizione. In caso di Sorpasso, Dovizioso contribuirebbe alla causa di Morbidelli.

7° giro – Se la gara terminasse ora, con Morbidelli primo, Rins sesto e Mir nono, quest’ultimo sarebbe campione del mondo per 2 punti.

6° giro – La sesta tornata inizia con una scivolata alla uno di Zarco. Il pilota è illeso ma è costretto a dire addio alla gara.

5° giro – Morbidelli sta imponendo un grande ritmo nel tentativo di fare il vuoto. Per ora, Miller e Pol Espargaro mantengono il ritmo e si accodano all’italiano.

4° giro – Lungo di Bagnaia. Il pilota di Chivasso rientra in pista quattordicesimo. Nello stesso giro Quartararo supera Marquez e si prende la sedicesima posizione.

3° giro – La classifica recita: Morbidelli, Miller, Pol Espargaro, Nakagami, Oliveira, Zarco, Rins, Binder, Aleix Espargaro e Joan Mir. Bagnaia è undicesimo, Dovizioso Dodicesimo, Vinales tredicesimo e Rossi quattordicesimo. Quartararo ha sopravanzato Bradl e Petrucci ed è diciassettesimo.

2° giro – Alex Rins, che partiva dalle retrovie, ha guadagnato posizioni e si attesta in settima posizione. Mir è decimo.

1° giro – Parte malissimo Quartararo. Il francese va lungo alla 1 come Miller e rientra terz’ultimo.

14:00 – Partiti! La partenza premia Miller che si prende la prima posizione ma, alla curva uno, sbaglia in percorrenza e va lungo, rientrando in seconda posizione.

13:59 – Joan Mir ha numerose possibilità di vincere il mondiale al termine della gara. Lo spagnolo ha 37 punti di vantaggio su Rins e Quartararo.

13:58 – Inizia il giro di ricognizione. Al termine, il via del GP di Valencia MotoGP!

13:52 – La gara di Moto2, terminata poco fa, ha visto tornare al successo Jorge Martìn. Lowes, che partiva attardato, ha terminato in quattordicesima posizione. La lotta per la vittoria finale rimane aperta.

13:50 – Amici di F1inGenerale, buon pomeriggio e benvenuti alla cronaca LIVE del GP di Valencia MotoGP. La gara scatterà tra 10 minuti e sarà asciutta.

Seguici su Telegram

Moto3 | GP Valencia – Sintesi Gara: Arbolino vince e riapre il mondiale. Quarto un opaco Arenas

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico