MotoGP | GP Valencia – Cronaca LIVE: Vince Bagnaia e podio tutto Ducati. Grandi celebrazioni per salutare Valentino Rossi

Segui con noi la Cronaca LIVE del GP di Valencia MotoGP. Le Ducati sono le protagoniste del weekend e mettono tre moto in prima fila. Tuttavia, il vero protagonista del weekend è Valentino Rossi che, alla fine di esso, si ritirerà dal Motomondiale dopo nove vittorie iridate e quattrocentotrentadue partenze.

Credit: Twitter

Weekend storico quello del GP di Valencia MotoGP. Questa è la 432° e ultima gara per Valentino Rossi in carriera. L’addio del Dottore è stato il vero evento di questo fine settimana. Tutto è iniziato giovedì con un evento che ha visto protagoniste le nove moto con cui il pilota pesarese ha vinto i suoi mondiali in 125, 250, 500 e MotoGP. Le celebrazioni sono proseguite nel corso del weekend con la creazione di un murales permanente a lui dedicato e la scelta dei piloti dell’accademy di scendere in pista con i caschi più rappresentativi portati in pista da Rossi. Infine, sono previste celebrazioni anche al termine della sua ultima gara.

L’attività in pista delle Prove Libere non ha, invece, celebrato Rossi. Le prestazioni del pilota Petronas, anch’ella al suo ultimo weekend nel Motomondiale, sono state le classiche viste in questo ultimo anno. Le FP1, corse sotto la pioggia, non hanno fornito i riferimenti classici della prima sessione. Lecuona ha colto la migliore prestazione, davanti a Miller e Oliveira. Il pomeriggio di venerdì ha visto la pista tornare asciutta e, di conseguenza, i tempi abbassarsi. Jack Miller ha dimostrato di trovarsi bene in tutte le condizioni sulla pista valenciana, e ha saputo cogliere la migliore prestazione delle FP2 in 1.30.927, precedendo Pol Espargaro, e il compagno di squadra Bagnaia. La terza sessione di Prove Libere ha consegnato la migliore prestazione nelle mani di un’ottimo Aleix Espargaro, capace di mettersi alle spalle il confermato Miller e il ritrovato Morbidelli.

Leggi anche:

MotoGP | GP Valencia – Sintesi FP3: Aleix Espargaro il più veloce, Valentino Rossi in Q2

Le Qualifiche di ieri hanno consegnato la prima fila a tre Ducati. Il rookie Martin ha colto la migliore prestazione in 1.29.936, mettendosi alle spalle le due ufficiali di Miller e Bagnaia. Partiranno oggi dalla seconda fila Mir, Zarco e Rins. La terza fila, invece, è composta da Binder, Quartararo e Nakagami; mentre dalla quarta partiranno Rossi, Morbidelli e Aleix Espargaro.

La gara di oggi non vedrà al via le due Honda ufficiali. Marc Marquez, che ha saltato anche il GP di Portimao, ha subito la paralisi del quarto nervo ottico destro, che lo porta ad avere una diplopia che non gli permette di essere in pista. Pol Espargaro, invece, ha subito una brutta caduta nelle FP3 di ieri e, nonostante non abbia subito fratture, non ha potuto proseguire l’attività in pista.

Cronaca LIVE GP Valencia MotoGP


14:56 – Termina qui la Cronaca LIVE del GP di Valencia MotoGP, la stagione 2021 di MotoGP e la carriera motociclistica di Valentino Rossi. Su Rossi abbiamo già detto tanto, forse troppo, la stagione 2021, è stata una stagione fantastica in tutte e tre le classi del Motomondiale e passerà alla storia per essere l’ultima di Valentino Rossi, la prima stagione vinta dal suo erede diretto, quel Fabio Quartararo che ha preso il suo porto in Yamaha, e per essere solo il primo, ne siamo sicuri, di Pedro Acosta che, a diciassette anni, vince il Mondiale Moto3 da debuttante, come Loris Capirossi nel lontano 1990. È stato un’onore raccontare questa gara e, a nome di tutta la redazione di F1inGenerale, vi ringraziamo per averci scelto per rimanere aggiornati e seguire il mondo del Motomondiale e vi invitiamo a rimanere sul nostro sito per leggere le dichiarazioni dei protagonisti, per seguire il GP di San Paolo di F1 alle 18 e, il prossimo weekend, seguire l’ultimo round della Superbike sul circuito di Mandalika.

14:55 È arrivato ai box Valentino Rossi, accolto calorosamente da tutti i meccanici e gli uomini dei box e del Paddock, non solo quelli di Yamaha.

14:53 – Tornando alla classifica generale, Jorge Martin, grazie alla seconda posizione di oggi, è Rookie of the Year, battendo Jorge Martin.

14:51 – Altre immagini delle celebrazioni per Valentino Rossi

14:49 – Il profilo Twitter della MotoGP ci offre questo toccante video che riepiloga i passaggi salienti della carriera del Dottore che, ora, termina il giro d’onore dando il cinque alla quasi totalità dei marshall che si congratulano con, ormai possiamo dirlo, ex pilota di Tavullia.

14:47 – Rossi sale sul muretto per ricevere il virtuale abbraccio dei suoi tifosi sugli spalti, mentre Quartararo termina il giro d’onore con in mano la bandiera con il numero 46.

14:45 – Tutti i piloti e non solo si sono fermati alla Due per omaggiare Valentino Rossi con abbracci, foto, strette di mano e burn-out. Arriva anche l’abbraccio tra Rossi e Petrucci; due piloti che, per motivi diversi, salutano il Motomondiale.

Ultimo giro: Bagnaia inizia l’ultimo giro con un ottimo vantaggio su Martin che fa il topo contro il gatto Miller. I primi tre escono dall’ultima curva nello stesso ordine in cui avevano iniziato l’ultimo giro. Pecco Bagnaia VINCE IL GP DI VALENCIA 2021. Lo fa con Martin e Miller alle sue spalle. Quarta posizione per Mir, davanti a: Quartararo, Zarco, Binder, Bastianini, A. Espargaro e Valentino Rossi. Rossifumi termina la sua carriera con una strepitosa decima posizione che ha sicuramente fatto commuovere tutti gli appassionati di questo sport. Undicesima posizione per Morbidelli, seguito da: Dovizios, A. Marquez, Oliveira e Lecuona che termina la sua carriera in MotoGP con un ultimo punto coquistato.

Giro 26 – Tocca il secondo il vantaggio di Bagnaia su Martin che viene studiato a debita distanza da un Miller pronto all’attacco nel corso dell’ultimo giro.

Giro 25 – Bastianini prende l’ottava posizione su Aleix Espargaro. Miller, nel corso del giro, si porta negli scarichi di Martin che, ora, accusa otto decimi da Bagnaia.

Giro 24 – Situazione di gomme uguali per i primi tre. Infatti, Martin, Bagnaia e Miller la scelta delle gomme è stata dura all’anteriore e media al posteriore.

Giro 23 – Sale a mezzo secondo il vantaggio di Bagnaia su Martin che, invece, dimezza il vantaggio su Miller e Mir che, ora, si trovano a sei decimi.

Giro 22 – Gara che vive un momento di prevalente stallo. Bagnaia è al comando con quattro decimi su Martin che, a sua volta, ha un secondo e uno su Miller e Mir. Quartararo si trova a un secondo e tre, precedendo Zarco, A. Espargaro, Binder, Bastianini, Rossi, Morbidelli, Dovizioso, A. Marquez, Oliveira, Lecuona, Vinales, Marini e il ritirando Petrucci.

Ventesimo giro – Miller, nonostante tutto, continua a perdere un secondo e due sul duo di testa.

Giro 19 – Miller non riesce ad affiancare e sorpassare Mir. L’appuntamento, rinnovatosi alla Due, vede l’australiano uscire vincitore del duello. Adesso Miller diventa problematico per il duo di testa che continua a girare a due decimi di distacco l’uno dall’altro.

Giro 18 – Martin rosicchia due decimi su Bagnaia e porta a quasi un secondo il vantaggio su Mir e Miller

Leggi anche:

Danilo Petrucci prenderà parte alla Dakar 2022 con KTM: “Sarà una gara dura, ma sono emozionato: è un sogno che si avvera”

Giro 17 – Giro record per Bagnaia in 1.31.042 che porta a cinque decimi il vantaggio su Martin che, a sua volta, riporta a sette i decimi di vantaggio su Mir e Miller. Nelle retrovie, Zarco sale in settima posizione, sorpassando Binder.

Giro 16 – Sul rettilineo Martin non riesce a ricucire su Pecco che, alla uno, tira una forte staccata e chiude, almeno momentaneamente, i conti. Nel giro Pecco porta a quattro decimi il suo vantaggio sullo spagnolo di Pramac.

Giro 15 – Cambio di mappatura per Mir che mantiene i cinque decimi sul duo di testa. Alla Sei, Bagnaia prova all’esterno su Martin che, stoicamente, resiste. Niente da fare per Martin, invece, alla Quattordici, con Bagnaia che lo infila all’interno.

Giro 14 – Scende di due decimi il ritardo di Mir sul duo di testa. Mir, però deve guardarsi da Miller, mentre loro due godono di un secondo e nove su Quartararo.

Giro 12 – Il duo di testa, libero dalla pressione di Rins, gira in solitaria con sette decimi di vantaggio su Mir. Bagnaia non riesce però ad affondare il definitivo attacco a Martin.

Giro 11 – Segnali di vita per Miller che, dopo aver superato, Quartararo, segna buoni passaggi in quinta posizione. Alla Sei Rins entra troppo forte e l’anteriore lo scarica a terra.

Decimo giro – Giro veloce per Rins in 1.31.261, giro in fotocopia anche per Bagnaia che, alla Sei, tenta, invano, l’assalto definitivo a Martin. Mir, invece, fatica a stare nel ritmo dei primi tre e si stacca.

Giro 9 – Nel passaggio precedente non ci sono grandi cambiamenti. Alla Uno Bastianini si prende la decima posizione, sorpassando Rossi.

Giro 7 – La classifica è la seguente: Martin, Bagnaia, Rins e Mir in testa, a quattro decimi: Quartararo, Miller, A. Espargaro. Distacccati di ulteriori tre decimi si trovano Binder, Zarco, Rossi, Bastianini, Morbidelli, Dovizioso, A. Marquez, Oliveira e Lecuona.

Leggi anche:

Moto3 | GP Valencia – Sintesi Gara: Vince Artigas su Garcia e Masia. Acosta tirato giù da Foggia che viene penalizzato

Giro 6 – La Suzuki è molto agile nel guidato e, alla Sei, Rins infila Bagnaia che, sfruttando la trazione, gli restituisce il sorpasso alla Otto.

Giro 5 – Alla Tredici del quarto giro Quartararo attacca Miller, ma sul rettilineo viene sverniciato dalla Desmosedici dell’australiano.  Alla Quattro, infine, il francese affonda l’attacco finale. Alla Sei, invece, cade Nakagami che era undicesimo, alle spalle di Rossi.

Giro 4 – Bagnaia on fire! Sul rettilineo Bagnaia si prende la seconda posizione su un Mir in difficoltà sul rettilineo e che, nelle prime curve, perde terza posizione a favore del compagno di team.

Giro 3 – Fatica molto Miller nel T1. Alla prima staccata Bagnaia si prende la terza posizione, mentre alla curva successiva è Rins a infilarsi sul pilota connazionale di Gardner, neo Campione Moto2.  Alla Tredici Mir si porta su Martin, ma sul rettilineo la Suzuki fatica e Mir desiste.

Giro 2 – Miller entra su Martin alla Uno, il pilota Pramac gli risponde alla due, mentre alla Quattro è Mir a infilare l’australiano di Ducati. All’ultima curva si accende la bagarre tra Bagnaia e Miller.

14:00 – PARTITI! Scatta bene Martin e Miller. Bagnaia parte male e viene scavalcato anche da Mir. Rossi parte discretamente e supera Zarco. Alla Otto Binder va lungo e scende dalla quinta alla settima posizione. All’ultima staccata Mir si avvicina a Miller ma non attacca.

13:58 – Parte il giro di ricognizione. Al via, la partenza del GP di Valencia MotoGP!

Leggi anche:

Moto2 | GP Valencia – Sintesi Gara: Fernandez vince ma non basta. Remy Gardner è campione del Mondo

13:58 – Ricrodiamo i risultati delle precedenti gare del weekend. In Moto3 ha vinto Artigas, davanti a Garcia e Masia. Acosta è caduto nell’ultimo giro dopo aver avuto un contatto con Foggia che è stato penalizzato di tre secondi. In Moto2, invece, non è bastata la vittoria su Di Giannantonio e Augusto Fernandez per Raul Fernandez che termina a quattro punti da Remy Gardner che, nonostante l’undicesima posizione, si laurea Campione del Mondo 2021.

13:53 – Non sarà una gara facile per Martin che ha avuto qualche problema gastrointestinale nella notte. Lui, come ormai abbiamo imparato a sapere, darà comunque il massimo delle sue possibilità.

13:52 – Sorpresa per Valentino quando, poco fa, è giunto al suo box. Ad aspettarlo, infatti c’era Ronaldo con cui ha un reciproco tifo e una passione in comune: l’Inter.

13:50 – Amici di F1inGenerale, buon pomeriggio e benvenuti alla storia. Benvenuti al GP di Valencia, benvenuti all’ultima gara nel Motomondiale di Valentino Rossi e benvenuti, infine, all’ultima prova del Mondiale MotoGP 2021. La gara di oggi è fondamentale per la storia del Motomondiale. Il ritiro di Valentino Rossi, pilota con il maggior numero di Mondiali vinti in classe regina, l’unico ad aver vinto in 500 e in MotoGP e uno dei pochi ad aver preso parte a oltre quattrocento GP in carriera è un’evento più unico che raro. Diverse sono state e saranno le iniziative dedicate a vero evento del weekend. Dorna ha organizzato una mostra delle sue nove moto che lo hanno portato all’iride e la creazione di un murales sull’edificio principale del circuito. Infine, i piloti della VR46 Accademy sono scesi in pista con dei caschi riproduzione di quelli più iconici indossati dal Dottore nel corso della sua carriera.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Valencia – Warm-Up: Joan Mir precede Takaaki Nakagami

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico