MotoGP | GP Valencia – Quartararo: “Con la M1 del 2019 avrei potuto vincere”

Dopo il GP di Valencia Fabio Quartararo si è dimostrato molto deluso per il Mondiale perso per un suo errore. Analizzando la stagione, il francese ha tratto in conclusione che la M1 del 2019 fosse una moto migliore rispetto all’evoluzione del 2020.

 

Quartararo GP Valencia
Quartararo era arrivato al GP di Valencia ancora matematicamente in lotta per il Mondiale. Credits: Petronas SRT

Nel giorno di gloria di Mir c’è chi torna a casa ( o meglio, va a Portimao) con la cocente delusione di aver bruciato l’ultima chance di tenere aperto il mondiale con una caduta. Stiamo parlando di Fabio Quartararo, il pilota che ad inizio anno era il più quotato per lottare con Marc Marquez. Dopo gli eventi di Jerez, con l’infortunio del campione di Cervera e il pieno bottino di 50 punti del francese, proprio quest’ultimo era diventato il principale candidato al titolo iridato.

Con il proseguire della stagione si è però resa evidente l’inferiorità della Yamaha nei confonti della Suzuki. Gli errori dello stesso Quartararo hanno poi definitivamente compromesso la sua stagione, come ad esempio quello di ieri, che ha messo fine ai suoi sogni mondiali. “E’ stato un fine settimana complicato” ha esordito Quartararo. “Le mie sensazioni erano molto simili a quelle di Le Mans, spero che potremo risolvere questi problemi. Ci sono mancati velocità e grip, che invece a Barcellona mi hanno permesso di vincere, ma questo è abbastanza scontato da dire”.

Analizzando la gara, il francese ha poi dichiarato: “In curva 2 ho frenato tardi, andando dritto e rischiando anche di colpire Vinales. Poi sono caduto, non ho mai avuto un buon feeling durante il weekend. Il problema è questo, siamo rimasti qui a Valencia per due settimane ma non siamo riusciti a migliorare neanche un po’. Tutti i cambiamenti che abbiamo fatto alla moto sono stati inutili, la situazione è sempre rimasta uguale”.

Ma Quartararo pensa di aver trovato il motivo di questa disfatta firmata Yamaha. Guardando indietro in questa stagione, El Diablo ha faticato molto di più su ogni pista rispetto al 2019. Secondo lui quindi, la colpa sarebbe di una M1 2020 che non ha reso come quella della stagione precedente. “Con la M1 del 2019 ero riuscito ad essere competitivo su quasi tutte le piste,” ha detto Quartararo “ma quest’anno su alcune piste ci siamo ritrovati a lottare per la decima posizione, se andava bene. Alla luce di questi fatti, credo che la Yamaha 2020 non sia stata la scelta migliore”.

In conclusione, il giovane francese si è congratulato sia con Morbidelli che con Mir, nonostante il disappunto. “Franco è migliorato in questa stagione e, alla fine, lo ha dimostrato. Penso che oggi abbia fatto lui la differenza sulla M1. Sono felice per lui, anche se mi dispiace, perchè con la moto dell’anno scorso avrei potuto lottare per vincere molte più gare”. Su Mir ha dichiarato: “Joan ha meritato di vincere il Mondiale. È stato veloce e soprattutto costante, una cosa che a me è mancata durante l’anno e che, alla fine, ha fatto la differenza”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

GP Valencia 2020 – Classifica piloti MotoGP, Moto2 e Moto3 aggiornata