MotoGP | GP Valencia – Sintesi FP2: Miller è il più veloce sull’asciutto

Jack Miller è il più veloce al termine delle FP2 della MotoGP a Valencia. L’australiano ha preceduto la Honda di Pol Espargaro e la Ducati di Bagnaia. Fuori dalla top ten le due Yamaha ufficiali.

Foto: Ducati Corse

I piloti della MotoGP tornano in pista per le FP2 del GP di Valencia, ultima prova del Motomondiale 2021. Si riparte in questa seconda e ultima sessione di gironata della classe regina da quanto è successo nelle FP1. Iker Lecuona ha ottenuto il miglior tempo della sessione al termine di un turno caratterizzato dalla pioggia.

Lo spagnolo ha realizzato il miglior crono nelle ultime fasi della sessione di prove libere, precedendo la Ducati ufficiale di Miller e della KTM di Oliveira. Zarco e Mir hanno concluso rispettivamente in quarta e quinta posizione la prima sessione.

Le condizioni meteo, unite al poco grip offerto dall’asfalto di Valencia, hanno causato alcune cadute nel corso del primo turno, tra le quali troviamo quelle dei due piloti ufficiali Ducati, di Marini e Petrucci. Nessuna di queste scivolate ha avuto conseguenze sulla condizione fisica dei piloti.


Leggi anche:MotoGP | Marc Marquez nuovamente infortunato all’occhio. Nel 2011 rischiò il ritiro per la stessa patologia


Sintesi della sessione

Le FP2 della MotoGP a Valencia partono in condizione di pista asciutta. Tutti i piloti hanno montato le gomme slick. I tempi della mattinata sono destinati ad abbassarsi. Pol Espargaro si mette subito in testa alla sessione con 1’34″510. Lo spagnolo della Honda precede di 404 millesimi Morbidelli e Martin di 881. Quarta posizione per Iker Lecuona.

Nakagami abbassa notevolmente il limite, facendo segnare 1’33″127. Il giapponese viene subito battuto da Morbidelli. Migliorano il loro tempo anche Jack Miller, Espargaro, Martin e Quartararo, portandosi davanti al pilota LCR.

Quartararo scivola in curva 2. Il Campione del Mondo francese ha perso l’anteriore in ingresso curva, rialzandosi senza conseguenze fisiche. Pol Espargaro batte il tempo di Morbidelli e ritorna in testa alla sessione con il tempo di 1’32″467. Lo spagnolo viene battuto da Bagnaia che si porta, dunque, in testa alla sessione.

Bagnaia continua a girare molto veloce con la sua coppia di gomme medie. L’italiano ha ritoccato il suo miglior tempo abbassando di poco più di un decimo il suo limite. Dovizioso entra nella top 10 facendo segnare il nono tempo.

Ottimo giro di Rins che porta la sua Suzuki in seconda posizione. Alza l’asticella Franco Morbidelli che si porta in testa alla sessione. L’italiano della Yamaha ha abbattuto il muro del ’32 ed ha fermato il cronometro in 1’31″832. Guadagnano posizioni anche i due piloti di LCR. Nakagami ottiene il quinto tempo, subito davanti al compagno di squadra Alex marquez.

Nakagami continua a migliorare, infilandosi in seconda posizione a 179 millesimi dalla vetta. Anche Espargaro e Miller hanno sopravanzato Bagnaia, portandosi in terza e quarta posizione. Altra caduta in curva 2. A perdere l’anteriore, questa volta, è Bastianini.

Miller sale al secondo posto a 71 millesimi dal leader. Piccolo salto in avanti di Quartararo, al momento, è in tredicesima posizione. Il francese migliora ancora e si porta in nona posizione, davanti a Dovizioso.

Miller con una soft nuova al posteriore si porta in testa alla sessione con 1’31″409. Sesto tempo per Petrucci. Migliora anche Rins che fa segnare il terz.o tempo. Grande tempo di Andrea Dovizioso che sale secondo. Entra nella top 10 Valentino Rossi.

Bagnaia ritocca il tempo di Miller di 9 millesimi e si riporta in testa. L’italiano viene battuto da Pol Espargaro. Al successivo passaggio sul traguardo, però, il ducatista si riprende la leadership della sessione.

Miller fa segnare il miglior tempo. Seconda posizione per la Honda di Espargaro che cade in curva 5 dopo aver concluso il giro.

Classifica finale

La bandiera a scacchi segna la fine dei 45 minuti delle FP2 della MotoGp a Valencia. Jack Miller è il più veloce al terine del turno con 1’30″927. L’asutraliano ha ottenuto un tempo più veloce di soli 12 millesimi rispetto alla Honda di Espargaro. Terza posizione per la Ducati di Francesco Bagnaia. Rins è quarto davanti a Jorge Martin. Nakagami è sesto davanti alla Suzuki di Mir e alla KTM di Binder.

Andrea Dovizioso centra la top ten con il nono tempo, precedendo la Ducati Pramac di Zarco. Fuori dalle prime dieci posizioni le due Yamaha ufficiali. Undicesimo tempo per Quartararo che ha sofferto durante questo ultimo turno. Tredicesimo tempo per Franco Morbidelli che non ha, però, montato gomme nuove per completare il suo time attack.

Le FP3 della MotoGP, che scatteranno alle ore 10 di sabato 13 novembre, forniranno un’ultima opportunità ai piloti per conquistare un posto tra le prime dieci posizioni della classifica combinata, in modo da poter accedere direttamente al Q2.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

 

Danilo Petrucci prenderà parte alla Dakar 2022 con KTM: “Sarà una gara dura, ma sono emozionato: è un sogno che si avvera”