MotoGP | Iannone momentaneamente sospeso per doping

Andrea Iannone è stato momentaneamente sospeso per essere risultato positivo in un test antidoping.

Iannone momentaneamente sospeso per doping
Foto: Instagram Andrera Iannone

Il pilota della Aprilia Andrea Iannone, dopo un controllo antidoping, è risultato positivo ad uno steroide anabolizzante. Per questo motivo la Federazione Internazionale del Motociclismo (FIM) ha informato Andrea Iannone di essere temporaneamente sospeso ai sensi dell’articolo 7.9.1 del Codice Antidoping FIM (CAD) del 2019. Iannone momentaneamente sospeso per doping

La decisione di sospendere temporaneamente Andrea Iannone è stata obbligatoria a seguito dalla ricezione di un rapporto del laboratorio accreditato WADA a Kreischa b. Dresda (Germania) dove è indicato un risultato analitico avverso di una sostanza non specificata ai sensi della Sezione 1.1.a) Androgena anabolizzante esogena Steroidi (AAS) dell’elenco vietato nel 2019. Il campione di urina analizzato e trovato positivo, è stato raccolto dalla FIM in occasione del FIM Grand Prix World Champioship in Malesia lo scorso 3 Novembre 2019. Iannone momentaneamente sospeso per doping

Andrea Iannone ha il diritto di richiedere e partecipare all’analisi del suo campione B.

Andrea Iannone è temporaneamente sospeso a decorrere dal 17 Dicembre 2019. Gli è vietato partecipare a qualsiasi competizione o attività motociclistica fino ad una ulteriore comunicazione. Ai sensi dell’articolo 7.9.3.2 CAD, Iannone può richiedere la revoca della sospensione provvisoria. Ai sensi del Codice mondiale antidoping FIM, al momento la Federazione non è in grado di fornire ulteriori informazioni.

Se Andrea Iannone dovesse rinunciare al diritto per un’analisi del campione B o dovesse risultare positivo anche quello, la temporanea sospensione rimarrà confermata. Iannone avrà il diritto a chiedere una udienza sulla sospensione temporanea o una “udienza finale accelerata” al  Tribunale Internazionale Disciplinare.

Se desidera revocare la temporanea sospensione Iannone deve dimostrare che:

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info
  • “la violazione della regola antidoping non ha ragionevoli prospettive di essere confermata”;
  • “un caso discutibile forte di non avere alcuna colpa o negligenza per la violazione”;
  • “esistono altri fatti che lo rendono chiaro ingiusto”

Se rinuncia al diritto di un’udienza per la sospensione temporanea, un’audizione finale sul caso sarà convocata dal Tribunale Internazionale Disciplinare entro 3 mesi dalla notifica.

Il test positivo di Andrea Iannone è il primo caso ufficiale di una potenziale violazione del doping dal 2012 quando Anthony West risultò positivo alla metilesanamina. In quel caso West presentò appello alla Corte dello sport senza aver successo. Per lui ci fu una sospensione dalle corse per un anno e mezzo. Iannone momentaneamente sospeso per doping

Seguici anche su Instagram e Twitter

MotoE | Calendario ufficiale stagione 2020

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.