MotoGP | Il primo giorno di test a Valencia, Maverick Vinales il più veloce

La prima giornata di test si conclude in anticipo a causa della pioggia. Maverick Viñales conclude primo, seguito al secondo posto da Marc Marquez e al terzo posto il suo compagno di squadra Valentino Rossi test valencia motogp

Foto Motorsport Espana

Tante sono le novità per questi primi test della MotoGP:

In pista troviamo il neo campione del mondo Moto 2 Francesco Bagnaia in sella alla Ducati Pramac; Franco Morbidelli e Fabio Quartararo scenderanno in pista con la Yamaha del team Petronas; Johann Zarco, Miguel Oliveira e Hafizh Syahrin saranno in sella ad una KTM; Andrea Iannone sarà in pista con la Aprilia; Troveremo in pista Jonas Folger come collaudatore per la Yamaha; Tito Rabat, dopo l’infortunio riportato nelle FP4 di Silverstone, torna in pista; Jorge Lorenzo salirà per la prima volta sulla Honda, lui e il suo compagn o di squadra Marc Marquez non sono in forma al 100% e saranno in pista per il minimo indispensabile; Maverick Viñales ha cambiato numero, è passato dal numero 25 al numero 12.

Nuove regole per il 2019

La Grand Prix Commission, riunitasi durante il week end di gara della Malesia, ha introdotto delle novità riguardo le centraline elettroniche, i caschi e i materiali per i freni.

  • I dati delle centraline elettroniche possono essere scaricati solo dal direttore tecnico per controllare la conformità dei regolamenti FIM e devono essere eliminati subito dopo i controlli;
  • Tra la dichiarazione della temperatura ambientale e l’inizio della gara, possono passare al massimo 75 minuti e non più 60 minuti;
  • La commissione ha approvato le nuove regole per i caschi ed ha stabilito dettagli più specifici per i materiali utilizzati per i tubi e le pompe dei freni;
  • Aumento delle multe per chi supera il limite di velocità in pit-lane.

Ore 10:00 bandiera verde, iniziano i test

La pista è ancora abbastanza bagnata, tutti i piloti aspettano ad entrare in pista.

Dopo quasi due ore dall’inizio, Zarco è sceso in pista, ha fatto 2 giri montando gomme rain per non rischiare di cadere visto che in alcuni punti della pista ci sono ancora delle chiazze di umido.

A circa 1 ora e mezzo dalla conclusione dei test, è arrivata la pioggia.


Test finiti in anticipo per tutti, condizioni di pista scivolosa a causa di una pioggia molto fine

Yamaha

In casa Yamaha, in questi due giorni di test, i piloti si concentreranno nel lavorare sulla comparazione di due diverse conformazioni di motore. Nella giornata di oggi fanno comparazioni tra il motore con il quale hanno corso questa stagione, con il motore nuovo che hanno provato un paio di mesi fa nei test di Aragon. Nella giornata di domani faranno una comparazione con un altro motore che ha un aggiornamento. In questi test non sono previsti lavori sull’elettronica. Nel pomeriggio, sia Rossi che Viñales, hanno fatto il proprio miglior tempo con la nuova configurazione di motore. Franco Morbidelli si è subito adattato bene alla Yamaha finendo la giornata al 6° posto, mentre il suo compagno di squadra Fabio Quartararo si sta abituando alla nuova moto e finisce al 23° posto.

Honda

Nel box di Jorge Lorenzo sono presenti 2 moto in configurazione 2018. Dalla parte di Marc Marquez c’è la moto con la quale ha concluso il campionato 2018 e una moto tutta nera con delle novità. Entrambi i piloti non sono al 100%, scenderanno in pista per il minimo indispensabile.

Per la Honda, va in pista Stefan Bradl, è il loro pilota collaudatore ed è in sella alla Honda LRC al posto di Cal Crutchlow ancora infortunato. Nel pomeriggio, nella parte del box di Lorenzo appare una terza moto in configurazione 2019.

Ducati

In casa Ducati, non è prevista una vera a propria rivoluzione per la moto 2019, ma sarà una evoluzione della 2018. Il primo pilota che scende in pista per Ducati è Michele Pirro. Nel pomeriggio Michele Pirro cade in curva 6, è la prima e unica caduta della giornata. Per Jack Miller la giornata dei test si conclude in anticipo, ha avuto un problema sull’unica moto che aveva a disposizione. Molto bene Francesco Bagnaia, con una Ducati 2018, che conclude la sua prima giornata in MotoGP all’undicesimo posto

KTM

Zarco, al suo rientro al box dopo 2 giri, ha riportato che tra la curva 4 e la curva 5, la pista è ancora molto umida. Nella seconda uscita, Zarco è uscito con gomme slick. Molto bene Pol Espargaro che conclude la giornata nella top te. Zarco si sta ambientando bene alla nuova moto, un po’ più in difficoltà Syahrin e Miguel Oliveira che concludono la giornata rispettivamente al penultimo e ultimo posto.

Suzuki

Mir nelle prime uscite dovrà abituarsi ad una moto diversa e dovrà cercare di imparare a conoscere la propria moto. Mir fin dalla prima uscita è sembrato adattarsi molto bene alla moto. Rins era in pista con una moto in versione 2019, mentre Mir ha guidato con una moto in versione 2018.

Aprilia

Iannone avrà una moto base ed una moto ibrida come quella che userà Aleix Espargaro. Sia per Iannone che per Smith (pilota tester) è importante prendere confidenza con una nuova moto e sono importanti i commenti che fanno quando tornano ai box. Espargaro ha 2 moto ibride in configurazione 2019, mentre Iannone ne ha solo 1.

Foto della giornata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Classifica

Foto gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46

 

F1 | GP Brasile – Alonso e i suoi team radio inediti [AUDIO e TRASCRIZIONE]

test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp test valencia motogp

MotoGP | Il primo giorno di test a Valencia, Maverick Vinales il più veloce
Lascia un voto
mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.