MotoGP | Jorge Lorenzo: “Correrò al ranch, Valentino Rossi mi ha invitato alla 100 km dei Campioni”

valentino rossi jorge lorenzo ranch tavullia 100 km campioni eicma 2021

Jorge Lorenzo, presente a Eicma 2021, ha annunciato che parteciperà alla 100 km dei campioni al ranch di Tavullia, su invito di Valentino Rossi.

Nella cornice di Eicma 2021, a Milano, Jorge Lorenzo ha parlato della MotoGP che verrà, tra 2022 con una Ducati favorita, e un pensiero al ritorno di Marquez, annunciando anche il suo debutto al Ranch di Tavullia, su invito di Valentino Rossi.

Ecco le parole rilasciato da Jorge Lorenzo a GPone.com.

L’esordio al ranch dopo l’invito di Valentino Rossi

“Quando quest’anno ci siamo visti in pista, ho avvertito un’apertura da parte sua. Abbiamo parlato insieme, e lui mi ha invitato alla 100km dei Campioni al Ranch. Andrò quindi a Tavullia a correre, e lo ringrazio per questa opportunità. Sono sempre stato curioso di vedere il Ranch, e così ho deciso di prendere la palla al balzo, dato che amo il dirt track.”

“Gli sono grato. In passato abbiamo avuto dei momenti complicati, ma ora c’è grande rispetto tra di noi. Tra l’altro dovevo partire per Punta Cana, ma ho preferito andare al Ranch. Per me sarà un’esperienza completamente nuova, dove l’obiettivo sarà divertirsi con tutti gli altri partecipanti.”

Il 2022 della MotoGP secondo Jorge Lorenzo

“Vedo un 2022 molto rosso. Già quest’anno avevo detto che la Ducati sarebbe stata da Mondiale, nonostante l’incognita Quartararo, che poi ha vinto il titolo. Credo che siano riusciti a compiere un altro passo avanti, e il merito va in gran parte a Gigi Dall’Igna. Ogni anno lui dimostra di essere avanti e porta qualcosa di nuovo, mentre gli altri devono rincorrere. Credo sia ingiusto che lui non abbia ancora vinto in MotoGP, visto quanto fatto in passato, ma credo che il prossimo anno abbiano una grande occasione.”

Eicma e il futuro delle moto

“È sempre bello venire qua a Eicma, c’è tanto pubblico e molta passione per il mondo delle corse e delle due ruote, nonostante siamo ancora alle prese con questa pandemia. Sono qua con V Moto e penso che l’elettrico sia un passaggio inevitabile per tutti noi. Penso che in futuro non ascolteremo più il rumore delle moto. Probabilmente tutto ciò dispiacerà ai tifosi, ma questo è un aspetto fondamentale con cui confrontarsi se vogliamo un mondo più sostenibile e all’insegna della tutela dell’ambiente.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1