MotoGP | Le reazioni della Suzuki all’addio di Brivio

Sahara, project leader del Team Suzuki Ecstar, ha definito uno schock l’addio di Brivio. Tanta gratitudine nelle parole dei piloti.

 

Brivio addio Suzuki
Brivio con Mir e Rins. Credit: Suzuki MotoGP

L’addio di Davide Brivio alla MotoGP ha spiazzato la Suzuki. La squadra giapponese si ritrova ora a dover rimpiazzare uno degli artefici più importanti della vittoria del Mondiale, a poco più di due mesi dall’inizio della stagione in Qatar e con i test pre-stagionali che incombono. Brivio faceva parte di Suzuki dal 2013, quando il costruttore nipponico decise di intraprendere il percorso che li avrebbe poi portati in cima all’Olimpo della MotoGP. Schinichi Sahara sa bene che trovare un sostituto all’altezza del brianzolo non sarà semplice, ma è già al lavoro per farlo.

Sinceramente, la notizia dell’addio di Davide Brivio al Team Suzuki Ecstar è stata uno schock”, ha detto Sahara. “È stato come se qualcuno avesse portato via una parte di me. Mi sono sempre confrontato con lui per sviluppare la squadra e la moto e abbiamo lavorato insieme per molto tempo.” Da queste parole si evince l’importanza di Brivio nel suo ruolo, ma Sahara si dice fiducioso sul poter continuare il percorso vincente anche senza di lui.


Nel 2020 abbiamo ottenuto risultati fantastici, nonostante l’insolita e difficile situazione causata dal Covid-19. Il 2021 sarà un anno ancora più importante, perchè dobbiamo riuscire a restare su questo livello. Adesso siamo alla ricerca della migliore opzione per andare a coprire il vuoto lasciato da Davide.” Sahara ha ancora aggiunto: “Fortunatamente, nella maggiore parte dei casi, io e Davide avevamo lo stesso modo di pensare, quindi penso che non sarà difficile continuare sulla strada che abbiamo intrapreso come Team Suzuki Ecstar. Da parte nostra, vogliamo augurargli la miglior fortuna per il futuro.”

Le reazioni dei piloti

Sui loro social Rins e Mir hanno voluto ringraziare Brivio. Entrambi i piloti della Suzuki hanno debuttato in MotoGP sotto la guida dell’italiano e hanno voluto sottolineare il ruolo importante che ha avuto nelle loro carriere.

Grazie Davide per aver avuto fiducia in me e per avermi aiutato a realizzare il mio sogno di diventare campione del mondo di MotoGP! Ti auguro il meglio nelle tue nuove sfide” scrive Joan Mir.

Simile il messaggio di Rins, che in italiano scrive: “Grazie mille per questi anni e per aver reso la Suzuki una squadra campione del mondo. Buona fortuna nel tuo nuovo progetto!”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.  Seguici anche su  Instagram Twitter

MotoGP | Test 2021 salvi, ma tutti nello stesso hotel