MotoGP | L’Italia continua ad essere la numero uno? Ecco i dati che lo dimostrano

L’Italia è, è stata e continua ad essere un fondamentale punto di riferimento per le competizioni motoristiche su due ruote: vediamo come e perché il nostro Paese ha guadagnato una posizione di tutto rispetto nel motomondiale, grazie a uno studio di JD Sports disponibile – per intero e integrato da grafici interattivi – a questo link. motogp italia dati

motogp italia dati
credit GPOne

L’Italia ha sempre goduto di una massiccia e costante rappresentazione nel mondo delle competizioni motoristiche, e per quanto riguarda il motomondiale – in particolare la classe regina – questo è più vero che mai. Dagli anni ‘50 si è subito imposta come Paese da battere insieme al Regno Unito, e i primi veri avversari – statunitensi e giapponesi – sono arrivati solo a partire dagli anni ‘80 e ‘90. La grande rivale da circa un trentennio, però, è la Spagna, che – con un’importante presenza di piloti in tutte le classi – ha dato non poco filo da torcere all’orgoglio italiano. Nonostante ciò, e la mancanza di vittorie significative per l’Italia da un decennio, i dati parlano chiaro: vediamo nel dettaglio in cosa il nostro Paese è ancora l’avversario da battere.  motogp italia dati

1 – L’Italia è la nazione con più partecipazioni al motomondiale e l’unica a non essere mai mancata 

italia motogp dati
dati: JD Sports

Dal lontano 1949 al 2019, il Bel Paese conta un totale di 311 partecipanti nella classe regina, preceduta dal Regno Unito e seguita dalla Spagna. La rappresentanza dei piloti inglesi continua tuttavia a subire duri colpi che, tra pochi anni, potrebbero far balzare gli italiani in testa. Dal 1989, inoltre, non si erano mai visti tanti piloti italiani nella massima categoria come nel 2019, che ha testimoniato addirittura otto rappresentanti tricolori. 

2 – L’Italia si è presa di diritto il titolo di leader sul podio 

Dagli albori della MotoGP ad oggi, i podi per il nostro Paese sono stati ben 57 contro i 39 del Regno Unito e i 38 degli Stati Uniti.  

3 – L’Italia non vince da più di dieci anni, ma continua ad essere il Paese con il numero più alto di vittorie 

Con una percentuale del 28%, contro il 25% della Spagna e il 24% del Regno Unito, il nostro Paese sbaraglia la concorrenza. Nonostante ciò, ricordiamo che l’ultimo mondiale vinto da un italiano è quello del 2009 con Valentino Rossi, e che se continueremo a non vincere i dati potrebbero prendere un’altra direzione.  

4 – 2000 – 2019: il pilota con più punti? Valentino Rossi! 

È proprio il marchigiano della Yamaha a detenere il record per il numero più alto di punti dal 2000 ad oggi, superando Pedrosa e Lorenzo non di poco: 

 

motogp italia dati
dati: JD Sports

I dati, dunque, ci dicono che il Bel Paese è ancora il mattatore della classe regina, nonostante una Spagna decisamente arrembante negli ultimi anni. Per continuare a dominare le statistiche, però, sarà necessario sconfiggere anche l’ennesimo, tosto avversario.  

Seguici sul nostro canale Telegram per non perdere nessuna notizia sulle due ruote!

mm

Martina Andreetta

Studentessa di lingue e comunicazione con una grande passione per il motorsport. Un giorno sogno di far parte di questo mondo.