MotoGP | Lo sviluppo delle moto è congelato fino al 2022

Lo sviluppo della MotoGP è congelato fino al 2022. Questa misura è stata presa per aiutare i team, in termine economico, dopo questo stop a causa del COVID-19. Lo sviluppo delle moto è congelato

Lo sviluppo delle moto è congelato
Valentino Rossi e Marc Marquez. Foto: motogp.com

Per aiutare economicamente i team della MotoGP, dopo lo stop obbligatorio a causa del COVID-19, lo sviluppo delle moto sarà congelato fino al 2022. Le aree interessate saranno soprattutto quelle del motore e quelle dello sviluppo aerodinamico. Lo sviluppo delle moto è congelato

Dorna, MSMA (produttori), IRTA (squadre) e FIM hanno concordato all’unanimità questa mossa. Quindi gli aspetti principali delle moto all’inizio di questa stagione rimarranno invariati fino alla fine della stagione 2021.

Per la stagione 2021 i costruttori non dovranno costruire una nuova moto, bensì utilizzeranno quella del 2020. Questo fa sì che i costi di sviluppo per i 6 costruttori della MotoGP sarà ridotto.

Le parole del Presidente IRTA, nonché proprietario del team, Herve Poncharal

“Abbiamo deciso tutti all’unanimità di mantenere le specifiche del 2020, il che significa sostanzialmente che le moto che abbiamo spedito a Doha per iniziare il campionato. Le specifiche del motore, così come le specifiche aerodinamiche, saranno congelate fino alla fine del 2021”.

“È stata un’ottima decisione. Ridurrà gli investimenti per i produttori perché significa che la maggior parte della ricerca e sviluppo per il prossimo anno è già stata fatta. Ciò aiuterà i produttori in questa difficile situazione, ma anche i team a causa del canone di locazione, che è il costo tecnico principale per i team dovrà essere ridotto perché la bici 2021 sarà la stessa”.

Al momento ci sono 2 costruttori che beneficiano delle concessioni: Aprilia e KTM. Queste due case sarebbero le uniche che potrebbero lavorare sullo sviluppo della moto e quindi avvicinarsi alle prestazioni di Yamaha, Suzuki, Honda e Ducati.

Herve Poncharal risponde così:

“Credo che non lo useranno. Sulla carta, la regola della Concessione non cambierà, ma sono abbastanza sicuro che sarà l’ultima delle loro preoccupazioni. In questo momento, la domanda non è come spendere di più, penso che per ogni produttore l’obiettivo sarà quello di salvare la propria azienda”.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

“Più sviluppo significa spendere più soldi. Nessuno vuole spendere soldi adesso. Tutti vogliono congelare tutto ciò che possiamo e “ibernare” per un po’. Usa la minima energia possibile per far battere il cuore”.

“Il congelamento delle specifiche non danneggia lo spettacolo, perché quest’anno abbiamo moto incredibili”.

“Durante i test in Malesia e Qatar i tempi sul giro sono stati incredibilmente vicini. Quindi non abbiamo bisogno di spendere in quel reparto perché abbiamo già incredibilmente high-tech, bici ad alte prestazioni. Teniamole così”.

La MotoGP, a differenza della Moto3 e della Moto2, non ha ancora corso la prima gara della stagione 2020, ma le specifiche del motore 2020 sono state omologate in remoto il 25 Marzo 2020. Inoltre quando sono stati omologati i motori sono stati presentati anche i disegni digitali delle carenature di ciascuna squadra.

Per rimanere sempre aggiornati, unisciti al nostro canale Telegram e seguici sui social Instagram, Facebook e Twitter.

MotoGP | Dorna fornirà aiuti economici ai team privati

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.