MotoGP | Lorenzo e l’opzione tester Aprilia

Jorge Lorenzo ammette che essere il test rider Aprilia nel 2021 è un’opzione anche se la sua priorità è quella di rimanere in Yamaha. Lorenzo opzione tester Aprilia

Lorenzo opzione tester Aprilia
Foto: Instagram Jorge Lorenzo

Dopo il ritiro dalle corse dello scorso anno, Jorge Lorenzo è diventato il test rider della Yamaha. A causa però della pandemia Jorge Lorenzo non ha potuto sfruttare tutte le occasioni per scendere in pista. Ha potuto girare in pista solo tre giorni e mezzo nei test invernali di Febbraio ed un giorno il mese scorso sulla pista di Portimao. Lorenzo opzione tester Aprilia

Di recente ci sono state voci su un possibile arrivo di Andrea Dovizioso per il posto di test rider ai danni di Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo ha confermato che essere il test rider Aprilia nel 2021 è un’opzione, ma la sua priorità è quella di rimanere in Yamaha con la quale ha vinto i suoi 3 titoli mondiali nella classe regina.

Le parole di Jorge Lorenzo Lorenzo opzione tester Aprilia

“Come ho detto poche settimane fa, voglio continuare come tester e la mia prima opzione è ancora la Yamaha perché ho vinto con loro e perché mi trovo molto bene con la moto, ma ci sono anche delle altre opzioni. L’altra opzione è Aprilia. Ho parlato con Lin Jarvis e lui mi ha detto che presto avrebbe avuto notizie dal Giappone sul piano che vorrebbero attuare per il prossimo anno, e sto aspettando di sentirlo”.

“Yamaha ha la priorità perché la squadra attuale ha sempre la priorità in tutti i casi, e per il conforto di conoscere già le persone e per quello che ho ottenuto con loro in passato perché la Yamaha è l’unica fabbrica in cui io sono stato campione della MotoGP e perché la M1 per me è sempre stata una moto naturale “.

“A giugno sono stato informato dalla Yamaha che sicuramente non ci sarebbero stati più test a causa del COVID-19, quindi ho abbassato il ritmo di allenamento perché non sapevo cosa avrei fatto il prossimo anno e, se continuo, non avrei fatto altri test fino a febbraio”.

” Massimo Meregalli mi ha detto che c’era questo test a Portimao per preparare la gara e ho iniziato ad allenarmi come meglio potevo. Mancava poco tempo e non sono arrivato nella forma migliore, inoltre non ero su una MotoGP da otto mesi, che è una moto super estrema. Quindi perdi tutto, perdi il tuo ritmo, i tuoi riflessi, il tuo tempo di reazione rallenta e fino a quando non riavrai tutto quello che ti serve qualche giorno di acclimatamento alla MotoGP anche se ti chiami Jorge Lorenzo, Valentino Rossi o Marc Marquez”.

Se non vuoi perderti le notizie sul mondo delle due ruote, iscriviti al nostro canale Telegram

MotoGP | GP Europa – Anteprima e Orari Sky, DAZN e TV8

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.