MotoGP | Massimo Rivola: “L’obiettivo per Aprilia è crescere”

Il nuovo amministratore delegato di Aprilia Racing Massimo Rivola si è concesso ad un’intervista a Motogp.com. Il manager faentino ha fatto il punto sulla situazione della squadra di Noale e dei piloti, sottolineando gli ampi margini di miglioramento.

Foto: Automoto.it

Dal 7 gennaio Massimo Rivola è il nuovo amministratore delegato di Aprilia Racing. Rivola ha un trascorso in Formula 1, dove ha lavorato per la Minardi-Toro Rosso a partire dal 1998 e in Ferrari dal 2009, ricoprendo il ruolo di direttore sportivo.

Dopo meno di dieci giorni trascorsi dall’inizio della sua nuova carriera nel mondo delle due ruote, Rivola si è recato a Barcellona per incontrare Carmelo Ezpeleta, il CEO della Dorna. In tale occasione si è concesso ad alcune domande postegli da motogp.com

“Dopo 21 anni in Formula 1 passare in Aprilia è una grande sfida per me. Ho iniziato solo una settimana fa e devo ancora incontrare molte persone, ma per ora posso affermare che l’ambiente della Formula 1 mi sembra più rigido, mentre quello della MotoGP è più aperto”.

“Spero di poter portare l’esperienza che ho accumulato non solo lavorando in Ferrari, ma anche in Toro Rosso e Minardi, due squadre più piccole. Abbiamo molta esperienza a Noale e tutti gli ingredienti giusti per tornare ai massimi livelli delle corse, come in passato”.

Massimo Rivola si è quindi soffermato sui due piloti titolari Aprilia in MotoGP, ossia Aleix Espargarò e Andrea Iannone.

Foto: Roadracing World

“L’obiettivo è quello di crescere. Sono sicuro che appena muoveremo i primi passi, tutto verrà molto più velocemente. Non conosco i piloti, ma li incontrerò presto. Penso che Aleix sia un combattente e mi piace questo tipo di approccio. Andrea è un pilota molto talentuoso ed è maturato durante la sua esperienza in Ducati e Suzuki. Mi aspetto che sia in grado di trascinare il team, assieme ad Aleix. Se la squadra lavora bene, abbiamo importanti margini di miglioramento”.


F1 | Migliorate le condizioni di Niki Lauda: dimesso dall’ospedale di Vienna

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Lavoro nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.