MotoGP | Nakagami con LCR: “Che emozione la moto ufficiale”

Dopo la moto di Alex Marquez, LCR Honda Team presenta anche la nuova moto di Takaaki Nakagami. Il pilota giapponese è carico per la nuova stagione e per la prima volta potrà contare su una moto ufficiale.

LCR 2021 Nakagami
Foto: LCR Honda Team Facebook

Seconda giornata di presentazione per il team LCR di Lucio Cecchinello. Dopo Alex Marquez, oggi è stata la volta di Takaaki Nakagami. Il pilota giapponese si appresta ad incominciare la sua quarta stagione in MotoGP, sempre con la Honda del team italiano.

Compare l’oro sulla nuova Honda RC213V del giapponese che si aggiunge al classico rosso e bianco dello sponsor Idemitsu. Nakagami dividerà il box del team LCR con Alex Marquez e, come lo spagnolo, potrà beneficiare di un trattamento ufficiale al 100%. Per la prima volta da quando è in MotoGP, il giapponese guiderà una Honda RC213V ufficiale.

Nello scorso anno Nakagami aveva dimostrato un ottimo potenziale alla guida di una Honda del 2019, ottenendo una pole position sul circuito di Aragon e portando a casa due quarti posti, suo miglior risultato in MotoGP. Qualche caduta di troppo, però, gli ha impedito di conquistare una posizione sul podio e di lottare per la vittoria.

Ecco le foto della nuova RC213V di Nakagami.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le dichiarazioni di Takaaki Nakagami

Nakagami ha mostrato grande soddisfazione per la sua nuova Honda ufficiale ed ha parlato della sua preparazione invernale: “Sono tornato in Giappone con la mia famiglia per un mese, poi sono tornato in Spagna e ho ricominciato ad allenarmi. Sono emozionato di  poter guidare la moto ufficiale. Penso che in questa stagione mostrerò il mio vero potenziale e credo che sarà possibile puntare al podio e alla vittoria.”

Riguardo alla scorsa stagione Nakagami ha parlato degli errori commessi nel corso del 2020, in particolare della caduta di Aragon. “Ero troppo emozionato e non sono riuscito a gestire la pressione. Sapevo di poter lottare per la vittoria ma 20 secondi dopo ero nella ghiaia. È stata un’esperienza importante perché nella scorsa stagione non ho fatto molti errori ma sono arrivati tutti in momenti importanti. Non ero riuscito a controllarmi dal punto di vista mentale, ero un po’ fuori controllo. È qualcosa su cui ho lavorato quest’inverno, anche se una cosa sono gli allenamenti e un’altra la gara.

Per la stagione 2021 il giapponese ha un solo proposito: Parto per essere più consistente, lottare per il podio e per il titolo. Non sarà semplice perché ci sono tanti piloti e tante moto competitive. Mir ha vinto lo scorso anno grazie ad una super consistenza, ma al momento è difficile dire chi è il più forte.”

Le parole di Lucio Cecchinello

“Lo scorso anno Taka ha fatto un grande passo in avanti e ha mostrato il potenziale per lottare per il podio e per giocarsi la vittoria. In questa stagione, per la prima volta, avrà una moto ufficiale e penso che avrà il potenziale per stare con i migliori e regalarci dei podi.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Petrucci: “Voglio vincere anche con KTM”