MotoGP | Nel 2021 il GP di Australia potrebbe essere spostato ad inizio stagione

Il Gran Premio di Phillip Island in Australia, potrebbe essere spostato all’inizio del calendario di MotoGP dal 2021. La Dorna sta pensando di spostare la tappa australiana del mondiale a marzo, o ad aprile.

credits: Repsol Honda

Una serie di condizioni primaverili fredde e ventose durante i recenti Gran Premi australiani hanno portato sempre più critiche nel paddock per quanto riguarda la sistemazione di Phillip Island nel calendario del Motomondiale, con i piloti stessi che chiedono da anni un cambiamento di data. La Dorna vorrebbe spostare il GP di Australia di MotoGP a marzo, o ad aprile, a partire dal 2021.

Il casco di Oliveira dopo la caduta a 300 km/h – credits: skysport

La gara di Phillip Island del mese scorso è stata particolarmente condizionata dalle condizioni climatiche, in particolare dal forte vento, tanto da rimandare le qualifiche a domenica mattina. A farne le spese è stato il povero Miguel Oliveira che, per colpa di una raffica di vento, è stato scaraventato a terra dalla sua KTM durante le FP4 alla curva 1, a 300 km/h. La gara di quest’anno è stata anticipata alle 14:00, ora locale; questo nel tentativo di far correre a temperature leggermente più calde, dopo numerose richieste da parte dei piloti.

 

La Dorna Sports, proprietaria della MotoGP, già da un po’ di tempo sta pensando di spostare la tappa australiana del mondiale a marzo, o ad aprile, periodo con condizioni meteorologiche migliori per motivi di sicurezza. L’idea ha incontrato però la resistenza da parte del Grand Prix Corporation australiano, che preferirebbe evitare due eventi di alto profilo a poche settimane l’una dall’altra. A Melbourne, infatti, si apre la stagione di Formula 1, a Marzo; e anche la MotoGP, a Phillip Island, nello stesso mese, non sembra un’idea percorribile per gli australiani. Tuttavia, sembra che Dorna farà un nuovo tentativo per ottenere questo tanto atteso cambiamento; la data di fine ottobre è destinata a rimanere per il 2020, prima di un potenziale passaggio ai primi mesi dell’anno, dal 2021.

 

Le parole di Dovizioso a riguardo

Ogni anno parliamo della stessa cosa, perché noi piloti diamo la nostra opinione su cosa sarebbe meglio dal punto di vista sportivo. Possiamo essere fortunati e avere una giornata di sole ad ottobre, ma il più delle volte è brutto. Il problema è che non abbiamo il potere di spingere abbastanza forte per un cambiamento.”

 

 

EICMA 2019: programma, orari e biglietti per la 77^ edizione

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1