MotoGP: Pedrosa si allontana dalla MotoGP

Il cammino di Daniel Pedrosa in MotoGP sembra che si concluderà alla fine di questa stagione.

Il pilota spagnolo è stato per diverse settimane associato al neo team SIC Yamaha, come probabile pilota di punta del team e pedina importante per Yamaha per scoprire i segreti della Honda.

AFP PHOTO / LLUIS GENE

Il primo annuncio era stata proclamato da Pedrosa a Barcellona, ma in quell’occasione ha dichiarato di non avere ancora le idee certe sul suo futuro.

Pedrosa sicuramente stava prendendo tempo per cercare di capire quali fossero ancora i suoi obiettivi in MotoGP e quale fosse la risposta del fisico.

L’attuale pilota Honda, infatti, nella sua carriera ha avuto più cadute massacranti che vittorie che gli hanno pregiudicato la carriera e in alcuni casi fatto perdere dei mondiali.


Elementi che portano al ritiro

Nonostante Vinales abbia cercato di convincere Pedrosa a lanciarsi nella nuova avventura in Yamaha, l’attuale pilota Honda non ha ceduto alle tentazioni, ma ai dubbi. Sicuramente a Pedrosa non sono aiutate a schiarire i dubbi le brutte prestazioni di quest’ultime gare.

Inoltre i piloti del Team SIC Yamaha verranno annunciati prima della gara in Germania che si svolgerà tra il 13 e il 15 luglio, ergo non sarebbe logico da parte di Pedrosa annunciare il suo passaggio al team più tardi.

Secondo le ultime notizie, i due piloti del team SIC Yamaha sarebbero Franco Morbidelli e Alvaro Bautista, anche se per il secondo posto ci sarebbe anche il nome di Lorenzo Baldassarri.

Mercato gestito male

Una delle sfortune che ha avuto Pedrosa è stata certamente che quando è stato scaricato da Honda non aveva alternative. Questo perché tutti i top team aveva rinnovato il contratto dei loro piloti dopo i test invernali, senza aspettare le prime gare della stagione.

A sfogarsi di questa situazione è Aleix Espargarò che analizza non solo la situazione di Pedrosa ma anche quella di Iannone.

Il pilota italiano è dovuto andare via da Suzuki perché il team giapponese aveva un precontratto con Mir.

Credo che l’accordo con Mir sia stato stabilito da alcuni mesi. Se avessero saputo cosa fosse in grado di fare Andrea Iannone non avrebbero firmato, ne sono sicuro”.

Per quanto riguarda Pedrosa sarà stato anche il modo in cui l’ha trattato Honda che gli ha tolto fiducia e motivazione. Questo non è certamente giusto per un pilota che è stato un esempio per il motociclismo e la Honda.

Ma come si sa, ai team contano i risultati attuali non quelli del passato.

 

MotoGP: Pedrosa si allontana dalla MotoGP
Lascia un voto

Nicoletta Floris

***NON COLLABORA PIÙ CON F1inGenerale*** Studentessa di economia appassionata al mondo del motorsport (specialmente Formula 1 e MotoGP). Blogger della pagina Instagram (laragazzadelmotorsport).