MotoGP | Pedrosa torna in pista dopo tre anni da tester KTM con una Wild Card al Red Bull Ring

Dani Pedrosa torna in pista su una MotoGP nel GP di Stiria del prossimo 8 agosto su una KTM. Il pilota spagnolo, tester della casa austriaca dal 2018 negli ultimi tre anni, correrà con una RC16 affidata al team ufficiale.

Foto: profilo Twitter @sportal_it

Il ritorno alle gare, seppur per una sola apparizione, di Dani Pedrosa non può non far felici tutti i tifosi e gli appassionati del Motomondiale. Infatti, una figura come quella di Pedrosa manca molto al mondo delle corse motociclistiche che, dopo di lui, non ha ancora trovato una vera bandiera. Infatti, per la prima volta in 19 stagioni in cui ha preso parte ad almeno un GP, il pilota di Sabadell non salirà in sella a una moto prodotta dalla Honda.

Nel weekend del GP di Stiria Pedrosa porterà in pista una KTM RC16 laboratorio con il fine di portare alla prova pratica alcune novità che il reparto corse austriaco e il test team hanno elaborato negli ultimi mesi. La speranza di tutti gli uomini KTM e dei più nostalgici è di vedere una moto laboratorio molto competitiva e che permetta al tre volte vicecampione del mondo di cogliere un buon risultato al rientro.

Leggi anche:

MotoGP | Ulteriori modifiche al calendario: cancellato il GP della Thailandia

Insieme a essere stato un uomo squadra di Honda, nel Motomondiale può anche contare oltre trenta vittorie, oltre centodieci podi e undici piazzamenti finali in top five su tredici nella classe regina del Motomondiale.  Negli ultimi tre anni, dopo aver lasciato Honda per far spazio a quello che si rivelò un deludente Jorge Lorenzo, ha affiancato lo storico collaudatore Kallio nel team KTM. Nonostante la presenza di diverse Wild Card disponibili per il test team,  per diversi motivi lo spagnolo non è mai riuscito a correre un weekend di gara.

Le parole di Pedrosa:

“È stato molto interessante far parte di questo progetto fin dall’inizio con KTM in MotoGP e poter condividere la mia esperienza con loro. Passo dopo passo abbiamo fatto del nostro meglio e ora possiamo scendere in pista con la certezza di poter essere competitivi. Tuttavia, è passato molto tempo dalla mia ultima gara e, ovviamente, la mentalità per un GP è molto diversa da un test e dovrò riabituarmi.”

Il mio focus per il GP è provare a testare le cose che abbiamo sulla moto in una situazione di gara. Vorrei capire le richieste che potrebbero fare i piloti riguardo le soluzioni tecniche e il relativo setup. Guardando da casa posso percepire i miglioramenti nelle moto nel corso delle gare, ma per capire meglio una MotoGP bisogna prendere parte a una gara dove ci sono diverse incognite come le strategie. È difficile parlare delle mie aspettative dopo essere stato così a lungo lontano dalle competizioni. Così come potrei ritrovare la vecchia abitudine nell’affrontare il weeekend, potrei non riuscirci. Sicuramente, però, cercheremo di goderci questo GP il più possibile”.

A riguardo del rientro di Pedrosa in un GP, il Race Manager di KTM Mike Leitner si è detto “curioso e sicuro che la presenza di Dani nel box aiuterà tutta la squadra nel suo lavoro“.

Seguici su Telegram

Moto3 | Pedro Acosta: “Se in pista mi diverto le cose funzionano meglio”

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico