MotoGP | Presentato il team ufficiale Yamaha 2022

Il team ufficiale Yamaha ha finalmente presentato la moto con cui correrà nel 2022. Il team ufficiale della casa di Iwata sarà chiamato a difendere il titolo piloti conquistato lo scorso campionato con Fabio Quartararo.

Immagine

Dopo Gresini, Pramac, KTM e WithU, che hanno presentato le loro moto negli ultimi giorni, è il turno del team ufficiale Yamaha. la divisione Racing, con sede nella nostrana Lesmo, ha tolto i veli alla M1 con specifica 2022. La moto, che sarà affidata al Campione del Mondo Fabio Quartararo e a Franco Morbidelli, dovrà confermarsi una moto di livello come quella del 2021 e dovrà togliere i dubbi sulla guidabilità. Infatti, nel 2021 solo Quartararo ha saputo raccogliere risultati di rilievo con la moto giapponese.

La moto, a prima vista, conferma le linee del 2021. Tuttavia, come quasi sempre in questi casi, i team tendono a nascondere le evoluzioni tecniche nel corso della presentazione. Anche la livrea vede una sostanziale conferma del blu scuro unito al blu Yamaha e al verde di Monster Energy.  L’unica novità nella livrea risiede nella maggiore visibilità delle strisce blu sulle fiancate, e sotto al logo dello sponsor principale

Quanto ai piloti, Quartararo è chiamato ha ripetere i risultati del 2021, mentre Morbidelli dovrà dimostrare di essersi ripreso dall’intervento al ginocchio della scorsa estate. Inoltre, il pilota italiano dovrà confermare i risultati visti nel corso del Mondiale 2020.

Nel corso della presentazione del team Monster Energy Yamaha hanno parlato Lin Jarvis, i due piloti e Massimo Meregalli. Quartararo si è concentrato sul raccontare di come abbia passato l’inverno tra i dovuti festeggiamenti e i fondamentali allenamenti. Proprio questi ultimi, come per tutti i piloti, sono stati una costante nel corso della pausa invernale. Il francese, infatti, ha raccontato di non essersi preso pause superiori ai tre giorni.Inoltre, il Campione del Mondo in carica ha sottolineato l’importanza del rapporto tra lui e lo staff che lo segue in prima persona.

Leggi anche:

MotoGP | Ecco tutte le date di presentazione delle moto 2020

Franco Morbidelli si è detto “speranzoso” per questo 2022 alle porte. Come fatto da Quartararo, anche il pilota italiano ha lavorato duramente nel corso della pausa invernale, per risolvere gli ultimi problemi legati all’operazione al ginocchio dello scorso agosto. Così come la seconda metà del 2021, anche l’ultimo inverno è stato difficile e doloroso per Morbidelli che, però, è finalmente pronto a riprendere a correre con la sua M1.

Lin Jarvis, da bravo manager di Yamaha Racing e team principal del team ufficiale, ha sottolineato gli straordinari risultati della casa dei tre diapason nello scorso anno solare: Yamaha, infatti, ha trionfato in MotoGP, in Superbike e in MX2. Insieme ai mondiali sopra citati, la casa giapponese ha anche raccolto risultati di livello nei campionati nazionali e nel MotoAmerica. Dal 2022 ha detto di aspettarsi dei risultati ancora migliori e di colmare talune lacune mostratesi in pista. Infine, ha annunciato che Patrick Primmer sarà il nuovo capotecnico di Morbidelli; con Silvano Galbusera, che aveva accompagnato quest’ultimo nelle ultime gare del 2021, tornerà a occuparsi della squadra test di Yamaha.

Foto: profilo Twitter @denkmit

Infine, Massimo Meregalli ha parlato degli aspetti più tecnici della M1 2022.  Il focus della Yamaha era verso la velocità di punta, vero neo della moto, specialmente in paragone alla potente Desmosedici. Per migliorare le prestazioni gli ingegneri hanno rivoluzionato il pacchetto aerodinamico della moto. Inoltre, lo staff di ingegneri in Giappone hanno lavorato per garantirre un maggiore grip della moto in ogni tracciato e in ogni condizione di esso.

Seguici su Telegram

MotoGP | Shakedown Test Giorno 3 – Aprilia sugli scudi nell’ultima giornata di prove

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico