MotoGP | Quartararo: “Nel 2021 dovrò essere meno emotivo”

Durante la passata stagione, la forte emotività del Diablo si è rivelata un grosso punto debole. Quartararo ha dichiarato che in vista del 2021 dovrà lavorare sul controllo delle emozioni, in pista e fuori.

 

Quartararo 2021
Credit: MotoGP.com

 

Il 2020 è stato un anno altalenante per Fabio Quartararo. Il francese aveva iniziato la stagione al meglio, con la doppietta a Jerez che lo aveva momentaneamente proiettato in testa al mondiale a punteggio pieno. Lasciata l’Andalusia però, El Diablo ha iniziato a faticare. Tra Repubblica Ceca, le due gare in Austria e le due a Misano, il miglior risultato che è riuscito ad ottenere è stato il 4° posto proprio nel GP romagolo. Nella gara precedente invece, Quartararo ha mostrato il suo punto debole, ovvero la forte emotività, cadendo ben due volte nel tentativo di ottenere un buon risultato dopo la deludente parentesi austriaca. Quartararo ha dichiarato di voler lavorare proprio su questo aspetto per migliorare in vista del 2021.

Il giovane francese ha capito a sue spese quanto sia fondamentale il controllo delle emozioni quando si corre in moto e per questo, si farà anche aiutare da uno psicologo. “Voglio lavorare sulla mia emotività quando sono in moto, ai box e fuori dai box, solo per avere meno emozioni” ha detto Quartararo. “Penso che sarà molto importante per il prossimo anno. Sarà utile anche per riferire informazioni migliori alla squadra, perchè quando sei sopraffatto dalle emozioni, puoi solo dire che la moto non va bene, ma non capisci esattamente sotto quali aspetti.

Quartararo ha aggiunto: “Ho iniziato a lavorare per essere il più calmo e razionale possibile, ma ho anche pianificato di incontrare uno psicologo. Ci sono già andato alcune volte, ma ho intenzione di farlo più spesso, perchè i più piccoli dettagli possono portare a grandi cambiamenti.”

El Diablo non è l’unico pilota ad aver dichiarato di sentire il bisogno di un supporto psicologico. Il suo futuro compagno di squadra Vinales ad esempio, dopo le prime stagioni in Yamaha aveva detto di essere alla ricerca di uno psicologo. Lo spagnolo aveva espresso le sue difficoltà nel reggere la pressione e nel mantenere la concentrazione. Nel 2021 vedremo cosa riusciranno a fare Quartararo e Vinales lavorando fianco a fianco. Chissà se insieme riusciranno a fare un passo oltre la loro emotività, lasciando spazio solamente al loro talento.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Carlo Pernat e Livio Suppo sul caso Marquez: “Gestione pessima”