MotoGP | Quartararo termina in testa l’ultima sessione dei test in Qatar. Le Aprilia in grande spolvero

Fabio Quartararo termine con il miglior tempo l’ultimo giorno di test MotoGP in Qatar. Questa sessione  pone fine a questi primi tre giorni di test. Questi turni sono serviti per scegliere e fare cernita delle componenti da rodare nella prossima sessione del dieci, undici e dodici marzo.

test MotoGP Qatar
Foto: profilo Twitter @noticiascarlos

Fabio Quartararo è stato il più veloce nell’ultimo giorno della prima sessione di test MotoGP 2021 in Qatar.  Il francese ha preceduto la Ducati di Miller e l’Aprilia di Aleix Espargaro. Il team migliore di questi tre giorni è sicuramente il team Aprilia che, sia nelle prestazioni di Espargaro, sia nella mole di soluzioni portate in pista, è sicuramente quella che ha lavorato meglio. Per quanto riguarda i debuttanti; il migliore di questo ultimo giorno è stato Bastianini con il sedicesimo tempo.  Valentino Rossi, ancora alle prese con l’ambientamento nel nuovo team, chiude con il ventesimo tempo.

Dopo le prime due ore di sessione, la classifica dei tempi recitava: Vinales, Morbidelli, Aleix Espargaro, Bagnaia, Miller, Pol Espargaro, Zarco, Mir, Nakagami e Lecuona.

A circa metà turno cadono Alex Marquez e Jorge Martin. Entrambi non subiscono conseguenze, ma le moto hanno avuto bisogno di tempo per essere rimesse in sesto. Sempre a metà del turno dell’ultima giornata di test in Qatar, i piloti MotoGP hanno diminuito l’intensità del lavoro. A 4 ore dall’inizio, la classifica recitava: Bradl primo, seguito da i fratelli Espargaro, Vinales e Bagnaia. Mir e Morbidelli erano, rispettivamente, quinto e sesto. Rossi, era solo diciassettesimo, mentre il miglior rookie era Bastianini (12°).

L’ultima ora della sessione ha visto i team effettuare le simulazioni di gara con le soluzioni tecniche adottate e testate nel corso della giornata.

Suzuki

Suzuki ha presentato una moto che, al netto del congelamento dei propulsore è un’evoluzione della 2020. Il lavoro dei piloti ufficiali si è concentrato, nella giornata di ieri, su aspetti minori quali l’elettronica e il sistema refrigerante del motore. Nella giornata di oggi, invece, il lavoro del team si è concentrato sul motore 2022 (portato in pista ieri dai due tester della casa nipponica).

Joan Mir, dopo la prima giornata sulla nuova moto, ha detto di “essere sorpreso” dalla competitività che la moto a garantito “sin dal primo giro in pista.”

Ducati

Nella giornata di ieri il team ufficiale ha montato la nuova carena. Proprio della carenatura ha parlato Bagnaia: “La nuova carena mi piace, peccato averla distrutta con la caduta. È sempre fantastico riprendere, farlo nel team ufficiale rende tutto ancora più bello”. Anche Miller si è detto a suo agio con le novità montate. Oggi l’australiano ha lavorato nuovamente sulla carena che, oggi, presenta un nuovo schema di deviatori di flusso.

sport.sky.it

Anche all’inizio di questa ultima giornata, la Ducati ha portato in pista la carena con il nuovo deviatore di flusso e con le nuove appendici aerodinamiche. Il team Pramac, con Martin, ha testato la nuova coda della moto. Infine, Avintia ha iniziato il lavoro di ambientamento dei due debuttanti Marini e Bastianini.

Honda

Il team ufficiale, senza la preziosa presenza di Marc Marquez, ha scelto di avere un approccio soft, utilizzando la moto dello scorso anno. La LCR di Alex Marquez ha subito montato il blocco forcella e il variatore d’assetto. Segno che Marquez JR avrà un trattamento da ufficiale a tutti gli effetti. Il suo compagno di squadra, nel corso delle ultime due ore di turno, ha testato un nuovo cupolino senza livrea.

sport.sky.it

Sin dall’inizio della sessione odierna, il collaudatore Bradl ha testato il nuovo telaio sulla moto ufficiale (ieri era montato sulla moto test senza livrea). Il nuovo telaio si differenzia dal vecchio per l’assenza degli inserti in carbonio.

Yamaha

La giornata di ieri non è stata una giornata positiva per la Yamaha. Le moto ufficiali (due team Monster+Rossi) hanno faticato non poco e non hanno segnato grandi risultati. Invece, la moto senza specifica factory affidata a Morbidelli, è stata la migliore in pista. Proprio il vicecampione del mondo si è detto soddisfatto delle sensazioni che la moto gli ha trasmesso: “Nel finale del turno ho sentito di nuovo le belle sensazioni che avevo l’anno scorso. Abbiamo cominciato già a capire la nuova vecchia moto, sono molto contento”.

Valentino Rossi, a differenza del nuovo compagno di squadra, è stato più freddo nelle dichiarazioni, seppur non si è sicuramente detto deluso: “È l’inizio di una nuova avventura, ero molto gasato prima di scendere in pista. Giornata abbastanza positiva, abbiamo lavorato bene. L’atmosfera è più rilassata, si sta bene”.

Dopo che ieri è stato testato un nuovo forcellone in carbonio, oggi il team ufficiale ha continuato il lavoro di test con una moto ibrida tra la 2020 e la nuova 2021 testando una nuova carena e un nuovo telaio. Il team Petronas ha continuato il lavoro di ambientamento  e a testare nuove piccole componenti come il serbatoio e la sua conformazione.

KTM

Calma piatta del team austriaco. Tutti i piloti (team ufficiale + Tech 3) hanno cercato confidenza con la nuova moto, mentre il test team ha provato una nuova sezione di coda e un nuovo sistema di scarico. Tali novità sono state testate sulla moto di Pedrosa.

Petrucci, al debutto sulla nuova moto, ha affermato di avere non poche difficoltà in fase di frenata e nell’approccio a una moto, al momento, non idonea alla sua ergonomia. Proprio il pilota ternano è stato uno dei più attivi sin dai primi minuti della sessione.

Come già detto, KTM ha portato a questa sessione di test 2021 in Qatar l’abbassatore da usare, nel caso della moto austriaca, prevalentemente in partenza. Oggi, insieme all’abbassatore, sulla moto sponsorizzata Red Bull è comparso anche il sistema di blocco della forcella. Questo sistema permette alla moto di abbassarsi anche sull’asse interiore, permettendo maggiore stabilità e potenza al momento dello scatto alla partenza.

sport.sky.it

Aprilia

Nel box della casa di Noale il lavoro è davvero intenso. Il team vuole tentare il salto di qualità intravisto timidamente in qualche weekend. La moto 2021 si presenta più leggera e con tante soluzioni percorribili. Infatti, i piloti (Aleix Espargaro e Lorenzo Savadori) stanno lavorando su due profili aerodinamici diversi, e su una moltitudine di soluzioni meccaniche come la nuova Salad Box, un motore con una testata modificata, e l’abbassatore in partenza.

Verso la fine della sessione, l’Aprilia ha montato su entrambe le moto l’assetto a medio carico aerodinamico. Probabilmente, questo assetto si è rivelato il più equilibrato e, altrettanto probabilmente, lo vedremo in pista il 28 marzo.

A questi primi tre giorni di test faranno da apripista ad altri tre giorni di test MotoGP in Qatar. La seconda sessione si terrà dal 10 al 12 marzo prossimi.

I tempi di fine sessione

test MotoGP Qatar
motogp.com

Seguici su Telegram

MotoGP | Test Qatar – Day 1: Aleix Espargaro comanda la prima giornata di test

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico