MotoGP| Razali: “Morbidelli non avrà la moto factory”

Franco Morbidelli sarà l’unico pilota Yamaha, al via della stagione 2021, senza la moto factory. Razali Morbidelli moto factory

Razlan Razali Foto: motogp.com

Come per la stagione che sta per iniziare, anche l’anno precedente Franco Morbidelli è stato l’unico pilota Yamaha a non aver avuto una moto factory. Nonostante ciò è riuscito a conquistare tre vittorie e la seconda posizione nel mondiale alle spalle di Joan Mir. Tuttavia, a causa della riduzione del budget dovuto alla pandemia, per la casa di Iwata non è stato possibile concedere a Franco Morbidelli una moto factory per la stagione 2021. Razali Morbidelli moto factory

Razlan Razali, team manager del SIC Petronas Team, ha rilasciato un’intervista a GpOne nella quale spiega alcune delle motivazioni che hanno portato a questa decisione. 

Le parole di Razlan Razali Razali Morbidelli moto factory

“Ci abbiamo provato, volevamo dargli la Spec-A per il 2021. Innanzitutto quando Franky ha vinto per la prima volta a Misano, è venuto da me e ha detto: “Razlan, sarebbe sbagliato non farlo. Possiamo spingere per una moto ufficiale per il prossimo anno?” E gli ho assicurato che avrei fatto del mio meglio. Ho iniziato a parlare con la Yamaha e sarebbe stata una sfida per molti motivi. Per il budget, per i ricambi e per tante altre cose”. 

“Allora vinse Morbidelli a Valencia, e io gli chiesi: “Vuoi ancora la moto ufficiale per il 2021?” E mi ha detto che era contento della sua moto! Molte volte devi considerare anche l’aspetto psicologico, perché sai di avere una moto ufficiale. Ma le moto sono molto simili. Nell’ultimo incontro con la Yamaha nel 2020 abbiamo provato ad avere la quarta M1 Factory per Morbidelli, ma per vari motivi e anche per la necessità di un budget extra, cosa impossibile in un momento così difficile per la pandemia, non è stato possibile”.

“Yamaha ci ha garantito che ci saranno miglioramenti alla sua moto. Morbidelli avrà una moto leggermente diversa. Per Franky sarà il suo terzo anno con noi. Penso che la cosa più importante per lui sia mantenere la calma e divertirsi. Quando un pilota è felice, va più veloce. Franky è Franky. Nel 2020 ci ha sorpreso, nella seconda metà dell’anno è stato più costante di Fabio. Non ci aspettavamo di arrivare secondi nel mondiale, ma lo ha fatto e speriamo che possa lottare per il mondiale nel 2021”. 

“L’atmosfera con Valentino Rossi secondo me sarà molto piacevole, non avremo un muro per dividerli nei box. Ho parlato con Franky molte volte e lui vuole assolutamente batterlo. Secondo me sarà bello averli insieme in squadra, hanno un bel rapporto, si rispettano e secondo me ci sarà una bella atmosfera in squadra”. 

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote

MotoGP | Dall’Igna risponde alle critiche di Dovizioso: “Ogni collaborazione è destinata a finire”

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.