MotoGP | Se Suzuki dovesse lasciare, Leopard pronta a sostituirla

Dopo la notizia del possibile addio di Suzuki arriva già il nome dell’eventuale sostituto: il team Leopard sarebbe infatti pronto a entrare in MotoGP.

leopard suzuki motogp
Foto: unknown

Sono molte le squadre che ambiscono ad arrivare in MotoGP dopo la notizia del possibile addio di Suzuki e negli ultimi giorni si è spesso parlato del team Leopard. Infatti lo stesso Lundberg ha confermato il suo interesse ma pensa anche che non sarà così facile per il team giapponese uscire in così poco tempo.

Il direttore tecnico di Leopard, durante un’intervista a Motorsport.com, ha dichiarato che:  Aprilia è molto interessata ad avere quattro moto, KTM già le ha, così come Honda. Ducati ne ha addirittura otto. La cosa più logica penso che sarebbe quella di permettere al costruttore che oggi ha solo due moto, in questo caso Aprilia, di averne due in più. Sarebbe la cosa più sensata”. E ancora:  “Io penso che l’unica opzione sarebbe quella di entrare con Aprilia, perché secondo me Dorna deve ricompensare in un modo o nell’altro l’unico costruttore della griglia che ha solo due moto e oggi tutte le moto sono molto competitive. Quindi saremmo contenti di lavorare con Aprilia, inoltre siamo un team mezzo italiano e sarebbe più facile rispetto a lavorare con i giapponesi. Penso che sarebbe l’opzione migliore”.


Leggi anche: MotoGP | Durissimo comunicato Dorna sull’uscita di Suzuki: “Non possono andarsene unilateralmente”


Al momento non ci sono ancora ufficialità e tutto potrebbe cambiare: Suzuki potrebbe decidere di rimanere in MotoGP trovando i finanziamenti che gli servono e, così facendo, Leopard non potrebbe realizzare il suo progetto, almeno per ora. Qualora invece il team giapponese decidesse di abbandonare la classe regina delle due ruote ecco che i suoi piloti andrebbero alla ricerca di una sella. Se da un lato per Mir sembrano essersi aperte le porte di Honda, per Alex Rins potrebbe rivelarsi più difficile rimanere in MotoGP.

Seguici anche su Instagram