MotoGP | Sintesi conferenza stampa piloti Silverstone

Con la conferenza stampa dei piloti di MotoGP si apre ufficialmente il week end di gara di Silverstone. Tra i piloti presenti troviamo Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow e Alvaro Bautista.

Fonte: Simon Patterson via Twitter

Le parole dei piloti.

Marc Marquez: “Nonostante il vantaggio di 59 punti, la mia filosofia è quella di attaccare sempre, penso che sia la miglior difesa. Attaccare sempre è nella mia natura. Cercheremo di lavorare bene per poter essere competitivi e vincere. Riguardo al terremoto in Indonesia, mi dispiace per la tragedia non solo per i molti fan che ho lì ma anche per tutte le altre persone e mando un messaggio di solidarietà a tutti.”

Valentino Rossi: “Sulla carta qua siamo più competitivi che in Austria e possiamo fare una bella gara. Questa pista mi piace, abbiamo fatto sempre delle buone gare soprattutto lo scorso anno dove anche il tempo ci ha aiutato visto che c’è stato il sole dal venerdì alla domenica. Per questo week end vedremo. In passato ci sono state molte vittorie sul bagnato da piloti diversi da quelli che ti aspettavi, adesso non è più così. Sia sul bagnato che sull’asciutto i nome sono sempre quelli, non esistono più gli specialisti del bagnato come una volta. Lo scorso anno ci sono state molte gare sul bagnato ma noi non siamo andati bene, quest’anno non so come si possa comportare la moto, comunque spero sempre in una gara asciutta sono più divertenti!

Nei test a Misano non abbiamo potuto provare il motore del 2019 perché ancora non era pronto, abbiamo lavorato sull’elettronica. Ho cambiato il mio allenamento, lo abbiamo studiato per bene. Lo scorso anno prima della gara di Misano mi sono rotto la gamba e quando sono tornato ad Aragon non ero al 100% e da lì abbiamo iniziato un nuovo programma di allenamento.”

Jorge Lorenzo: “Dopo la vittoria in Austria ho recuperato posizioni in classifica ed è curioso come quest’anno abbia vinto negli stessi circuiti dove lo scorso anno vinse Andrea Dovizioso. Nei test a Misano sono stato molto veloce, spero di esserlo anche questo week end. Questo è un circuito che mi piace e spero che sia bel tempo.”

Andrea Dovizioso: “L’obbiettivo è quello di ripetere la gara dello scorso anno. Il circuito è lungo e c’è l’asfalto nuovo. Quest’anno siamo competitivi ovunque.”

Cal Crutchlow: “E’ bellissimo essere qui a Silverstone e poter festeggiare nella gara di casa il mio rinnovo fino al 2020. 5 anni con loro sono tanti, ma sono felice. Spero di fare una buona gara domenica. La giornata di domani sarà fondamentale per tutti per verificare le gomme e il nuovo asfalto. Dal 2013 ho notato che i miei fan sono in continuo aumento ed è bello avere un sostegno così. La Honda mi ha sempre dato una buona moto e continuerà a farlo. Certo ci sono degli ordini di scuderia per chi avrà prima i nuovi pezzi, ma va bene così.”

Alvaro Bautisa: “Il mio futuro non sarà più in MotoGP, ma sarà in SBK nel team ufficiale Ducati Aruba. Dopo 16 anni nel motomondiale mi dispiace no esserci più, ma sono contento della prossima sfida che dovrò affrontare. Purtroppo i posti per rimanere in Moto Gp erano già finiti quasi tutti fin dall’inizio del campionato ed io nelle prime gare, per vari problemi, non sono stato in grado di dimostrare il mio potenziale e quando l’ho fatto ormai era troppo tardi.

Una volta per passare in MotoGP dovevi vincere ed essere sempre competitivo nelle categorie minori, adesso non è più così. Adesso basta che vinci una gara o fai qualche podio e i manager impazziscono subito per farti passa, è tutto cambiato. Ancora non so quando farò i test con la moto SBK, ho firmato con loro solo da pochissimo ed è ancora tutto da decidere, spero di provarla il prima possibile.”

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

Drew Feustel, Comandante della Stazione Spaziale Internazionale e grande appassionato del motomondiale, si collega a sorpresa con i presenti.

“Si sta benissimo, ci divertiamo molto! Sono nello Spazio da 6 mesi, rientrerò a inizio ottobre, ogni giorno succede qualcosa di nuovo, è molto interessante”. Seguo le moto da sempre, facevo motocross a 10 anni, la cosa più incredibile per me è la velocità. E’ impressionante, pazzesco, vedere l’ingresso a una curva e poi come riusciate a recuperare. Quanto siano intensi i vostri movimenti e quanto riusciate a restare lucidi è incredibile. Viste dal vivo le gare di MotoGP sono travolgenti”.

E ora tocca ai piloti fare le domande.

Marquez: “Qual è il tuo circuito preferito?”

“Ce ne sono almeno un paio: uno è Silverstone, perchè rappresenta tanto per lo sport motociclistico, è proprio il marchio. L’altro è Brno, perchè parte della mia famiglia viene proprio dalla Repubblica Ceca. Spero piacciano entrambi anche a voi…”

Rossi: “Quanto sei lontano?”

“Sto sorvolando la costa occidentale dell’Africa, non sono troppo a sud quindi e viaggio a 17500 miglia all’ora. Sono arrivato a marzo e resto fino a ottobre”.

Lorenzo: “Riesci a praticare sport?”

“Svolgiamo quasi 3 ore di esercizi al giorno, è assolutamente necessario visto che per spostarmi uso praticamente solo le mani. E’ importante tenere allenate la schiena e le gambe, altrimenti quando si rientra non si riesce a restare in piedi e camminare”. “Mangiamo cibi molto simili a quelli da campeggio. Alimenti già cucinati. Sono sicuro che voi facciate molta più attenzione alla dieta di me, il vostro corpo deve essere chimicamente perfetto per sostenere certi sforzi. Da noi la situazione è più semplice”.

Dovizioso: “Hai una moto?”

“Facevo motocross poi sono passato al kart, ma ora non guido più. Negli anni Università avevo una Honda del ’78 modificata, ma dopo aver concluso gli studi ho capito che non era abbastanza sicuro per me…”.

Bautista: “Quale sono le tue sfide, le tue difficoltà?”

“Una è capire le comunicazioni, succede con voi ma anche con il personale di Terra…Da un certo punto di vista galleggiare nell’aria è bellissimo, da un altro è difficile perchè dovete pensare che io sono sempre nella stessa posizione. Quando lavoro e quando dormo sono sempre così come mi vedete ora, è come se non ci fosse mai una pausa, un cambiamento, di notte è più difficile rilassarsi. E poi è difficile farsi la doccia, utilizzare un bagno normale…”.

MotoGP | Gran Premio di Gran Bretagna 2018 – Si riparte da Silverstone: Orari TV diretta e differita Sky e Tv8

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.