MotoGP | Test Misano – Giorno 2: Quartararo ancora il più veloce

Il secondo ed ultimo giorno di test a Misano si è concluso con Fabio Quartararo davanti a tutti. Dietro a lui la Ducati di Petrucci e le Yamaha di Morbidelli, Rossi e Viñales. Quartararo ancora il più veloce

Quartararo ancora il più veloce
Foto: PETRONAS SRT

Ultimo giorno di test per i piloti della MotoGP. Quartararo ancora il più veloce

Come successo nella giornata di ieri, anche oggi il pilota della Yamaha Petronas, Fabio Quartararo, ha concluso il test in prima posizione.

Nella giornata di oggi, il team KTM Tech3 ha effettuato i test solo nella mattina, mentre non hanno girato.

Anche il team Ducati Avintia ha deciso di non prendere parte al test nel pomeriggio.

Nel box ufficiale della KTM, oggi al posto di Zarco è salito in moto Dani Pedrosa.

In casa Ducati c’è stata una novità sulla moto di Michele Pirro: una nuova carena. Questa carena non termina nella parte inferiore in maniera lineare, ma forma una leggera “V”. E’ una soluzione per dare maggior supporto al “cucchiaio” deviando meglio il flusso di aria su quest’ultimo e quindi migliorerebbe anche l’aerodinamica.

Foto: gpone

La Ducati con Michele Pirro ha lavorato su questa carena in previsione del 2020 dato che il numero di carene che possono essere omologate in una stagione è arrivato al limite.

Per Danilo Petrucci, il lavoro si è concentrato sul risolvere i problemi avuti nella giornata di ieri sulla guidabilità della propria moto.

Jack Miller, che ha concluso la prima parte del test in prima posizione, nel pomeriggio non è tornato in pista per un problema avuto sulla sua moto.

Nel box della Honda di Cal Crutchlow, stamani è spuntata una terza moto con livrea tutta nera.

Nel pomeriggio, Marc Marquez è sceso in pista con una moto laboratorio, aveva delle parti della sua Honda, mentre altre erano della moto di Bradl.

Le novità in casa Yamaha continuano anche nella giornata di oggi. Quartararo ancora il più veloce

Continua il lavoro sullo scarico per Rossi e Viñales. Si tratta di uno scarico con una doppia uscita. Se sarà promosso dai due piloti, lo potremmo vedere a partire già dalle ultime gare di questa stagione.

Foto: gpone

Sulla moto di Valentino Rossi è spuntata una copertura particolare sulla ruota anteriore. Il profilo della ruota è nascosto da una struttura in carbonio con forme elaborate. Nella parte anteriore si notano 4 aperture che portano aria fresca sui dischi, mentre nella parte posteriore c’è una presa d’aria dinamica che serve a raffreddare la pinza dei freni.

Foto: gpone

Nel pomeriggio c’è stata la caduta di Rossi alla curva 10 senza nessuna conseguenza per il pilota.

Gomme utilizzate nei test di Misano

Taramasso, ha fatto sapere che in questo test è stata utilizzata una gomma extrasoft posteriore che è servita a Michelin per raccogliere dati, ma che non sarà utilizzata in gara.

Alcuni piloti hanno deciso di utilizzare questa gomma per stampare il proprio miglior giro.

La gomma extrasoft utilizzata in questi due giorni è stata scelta per raccogliere i dati visto che dopo un trattamento (sandblast) la pista aveva perso grip. In questo modo Michelin riuscirà a calibrare al meglio il range delle mescole.

Classifica dei tempi della giornata di oggi

Foto: motogp.com

Seguici anche sui nostri canali social Instagram e Twitter

F1 | GP Belgio-Novità tecniche Ferrari e Mercedes

mm

Silvia Maestrelli

Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.