MotoGP | Ufficiale: Aleix Espargarò rinnova con Aprilia

Aleix Espargaro rinnova il contratto con Aprilia per altri due anni. Lo spagnolo continuerà a correre per la casa di Noale almeno fino al 2022.

Foto: profilo Twitter @AleixEspargaro

Mentre continua l’incertezza sulla ripartenza del Motomondiale, non si ferma il domino di rinnovi e cambi di team all’interno della MotoGP. Dopo i rinnovi in casa Suzuki di Rins e Mir e la promozione di Miller in Ducati, ora anche Aprilia inizia a muoversi per stabilire la line up per il prossimo anno. La situazione di Aprilia è particolare. Ad ora vige l’incertezza anche su chi affiancherà Espargarò in questa stagione vista la sospensione per doping inflitta a Iannone. Il posto, fino alla fine del 2020, dovrebbe essere occupato dal collaudatore Bradley Smith (ad eccezione dei GP in cui l’inglese sarà impegnato in MotoE). Sul nome del pilota del 2021 c’è ancora una forte coltre di nebbia. Il candidato principale, ad ora, sarebbe Petrucci che è rimasto senza sella dopo l’annuncio della sostituzione con Miller a partire dal 2021.

Questa generale incertezza ha spinto i manager di Aprilia a cercare stabilità e continuità andando a rinnovare il contratto ad Espargarò. Il pilota catalano corre con Aprilia dal 2017, dopo aver collezionato due anni in Suzuki a fianco di Vinales e tre anni di gavetta tra ART e Team Forward. Con Aprilia ha finora corso 56 gare con ben 30 risultati a punti e un sesto posto come migliore risultato conseguito al debutto sul circuito di Losail.

Gli anni con la casa di Noale non sono stati però semplici. La moto ha sempre pagato un gap importante con i team di vertice e ciò ha influito sui piazzamenti in top 10 del pilota (solo sedici). Tuttavia, la moto nei test prestagionali ha fatto vedere dei netti miglioramenti che attendono la conferma durante i Gran Premi che si correranno nei prossimi mesi.

Leggi anche:

MotoGP | Pol Espargaro pronto a lasciare KTM, per prendere il posto di Alex Marquez in Honda

Espargarò ha subito commentato la notizia del rinnovo: “Sono contento di questa conferma. L’aspetto umano è estremamente importante per me, e in quattro stagioni Aprilia è diventata la mia seconda famiglia, quindi con questo contratto, che è sicuramente il più importante della mia carriera, hanno dimostrato che sono al centro di questo progetto. A livello tecnico, la crescita degli ultimi mesi mi ha convinto, con l’arrivo di molti rinforzi e il debutto della RS-GP 2020, che ha ottenuto ottimi risultati nei test. Sento che dobbiamo finire il lavoro che abbiamo iniziato durante l’inverno. Non vedo l’ora di tornare insieme a tutto il mio team a correre con la nuova moto e portare a termine questo progetto. ”

Seguici su Telegram

Amarcord | Accadde oggi, 8 giugno 2003 – Rossi, Capirossi e Biaggi e l’indimenticabile tripletta italiana al Mugello