MotoGP | Ufficiale: Livio Suppo nuovo team manager Suzuki

Livio Suppo fa il suo ritorno in MotoGP, sarà il nuovo team manager di Suzuki

Livio-Suppo

Livio Suppo, noto volto della MotoGP prima come responsabile Ducati e poi come Team Principal Honda, rientra nel circus dopo 4 anni di assenza. Per il manager piemontese è parrivato un accordo pluriennale con Suzuki.

Suzuki ha dunque individuato in Suppo l’uomo ideale per rilanciare le proprie ambizioni. Orfana di Davide Brivio da inizio 2021, quando il tecnico italiano decise di dimettersi per passare in Formula 1 con Alpine, la casa giapponese aveva affidato le mansioni di team manager al project leader Shinichi Sahara, ma con risultati evidentemente non soddisfacenti.

Anche i piloti avevano infatti lamentato la mancanza di un vero sostituto, sostenendo che la confusione interna dovuta all’addio di Brivio e alla sua mancata sostituzione, stesse influendo molto sui risultati in pista.
Questi i motivi che potrebbero aver spinto Suzuki ad affidarsi ad un manager di spessore ed esperienza come Livio Suppo,; noto, tra le altre cose, anche per la sua capacità di gestione dei rapporti con i piloti.



MotoGP | Cambiano le regole sui risultati di una gara con bandiera rossa


Uno dei compiti più importanti sarà infatti quello di convincere Joan Mir della bontà del nuovo progetto. Il pilota spagnolo, campione del mondo con Suzuki nel 2020, è in scadenza di contratto a fine anno e le difficoltà dell’ultima stagione sembrano aver incrinato i rapporti con la casa di Hamamatsu. Compito di Suppo sarà quello di ricucire il rapporto e riportare fiducia nel team.

Il commento di Livio Suppo

Sono molto orgoglioso di diventare Team Manager di Suzuki Ecstar e felice di ritornare in MotoGP dopo quattro anni. Sono anche molto onorato di essere coinvolto in questo grande progetto con Suzuki; sicuramente sarà un compito impegnativo far parte di un costruttore storico in MotoGP, che ha recentemente conquistato la corona nel 2020 nell’anno del suo 100° anniversario. Sento anche che sarà una grande esperienza iniziare a lavorare con due piloti di talento come Joan Mir e Alex Rins, entrambi in grado di lottare per le prime posizioni in MotoGP. La proposta di Sahara-san è arrivata nel momento perfetto per me, ero stato impegnato a creare la mia azienda di e-bike, ma sicuramente mi mancava il paddock e sono pronto a tornare. 

Le corse hanno sempre fatto parte della mia vita e farò del mio meglio per portare la mia esperienza nel Team Suzuki Ecstar. So che sono una grande squadra, ma anche un grande gruppo di belle persone, quindi questo potrebbe aiutare molto a raggiungere i nostri obiettivi prima. La MotoGP al giorno d’oggi è sempre più emozionante, con molti piloti molto veloci e moto competitive di tutti i costruttori. È una sfida difficile per tutte le persone coinvolte, dove tutti i piccoli dettagli possono fare la differenza, sono pronto a fare il ritorno in questo gioco e dare il massimo per essere al top con Suzuki”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter