MotoGP | Ufficializzate le novità nel regolamento sportivo e tecnico 2022

La Safety Commission ha deliberato le ultime modifiche al regolamento tecnico e sportivo delle tre classi del Motomondiale per il 2022. Queste nuove norme vedranno interessate, in maniera diversa, tutte e tre le classi “canoniche” del Motomondiale a partire dal prossimo Mondiale.

novità regolamento 2022
Credits: Twitter

I verbali delle ultime riunioni della Safety Commission del Motomondiale sono stati sicuramente lunghi da redigere. Infatti, la commissione composta da Carmelo Ezpeleta, Paul Duparc, Herve Poncharal e i due rappresentanti dei costruttori Jarvis e Ciabatti, ha deciso di inserire numerose novità nel regolamento sportivo, tecnico e disciplinare del 2022

In ambito sportivo, la commissione ha ratificato la regola dell’età minima di accesso alle tre categorie a partire dal 2023.  A partire dal termine della prossima stagione, nessun pilota con età inferiore ai 18 anni potrà esordire nelle tre classi del Motomondiale. Ovviamente, chi avrà già gareggiato in queste categorie potrà continuare a disputare il Mondiale anche se al di sotto dell’età minima. Inoltre, il vincitore della Rookies Cup e del CEV Moto3 potrà avere, nel caso, una deroga per partecipare comunque al Motomondiale. Tuttavia, a partire dal 2024, questa deroga sarà concessa solo se il pilota avrà almeno 17 anni. Questa regola sarà valida anche per tutti i piloti sostitutivi o che spenderanno una Wild Card nel corso della prossima stagione.

Questo cambiamento regolamentare, ampiamente annunciato, ha fatto discutere riguardo alla effettiva utilità nel rendere più sicure le gare attraverso il blocco ai piloti troppo giovani.

Infine, a partire dal 2022, sarà necessario segnare un giro all’interno del 105% (e non più nel 107%) del miglior tempo registrato nella classifica (combinata o no) per essere validato all’interno della classifica di sessione. Inoltre, nelle qualifiche, il mancato raggiungimento del 105% condannerà il pilota all’esclusione dalla gara.

Novità tecniche

Il regolamento 2022 vede novità importanti negli articoli che concernono l’utilizzo dei dischi dei freni nella classe regina. A partire dal prossimo mondiale, in caso di pista asciutta,i dischi in carbonio dovranno avere una circonferenza esterna di 320, 340 o 355 millimetri. Tuttavia, A Buriram, Spielberg e Motegi sarà possibile montare solo dischi da 340 o 355 millimetri.  Rimarràlibera la scelta dei dischi in caso di gara dichiarata “bagnata”.

Inoltre, sempre per la MotoGP, i team sono ora tenuti a consegnare al direttore tecnico, in occasione del primo GP stagionale, i modelli completi in 3D Cad di ogni nuova componente installata. Le componenti 2021 utilizzate il prossimo annonon avranno bisogno di tale modello 3D, ma del solo disegno obbligatorio per l’omologazione nel 2021.

Ci sono novità tecniche che interesseranno anche la Moto3. Dal prossimo anno sarà obbligatoria l’omologazione dell’intero sistema della pompa di carburante “classica” e di quella che porta la benzina al corpo farfallato del motore. Insieme a queste componenti del motore, sarà obbligatoria l’omologazione del regolatore di pressione e dell’intera dotazione di sicurezza del pilota. In quest’ultimo caso, è specificato che non verranno tollerate componenti della tuta, dei guanti e del casco che avranno una funzione esclusivamente aerodinamica.

Sono stati introdotti nuovi requisiti fondamentali per dichiarare idoneo a correre un pilota colpito da trauma cranico, commozione cerebrale, lesioni addominali/del torace o fratture composte o complesse. Inoltre, tutti i caschi appartenenti a piloti che hanno subito una caduta con indosso quest’ultimi, dovranno essere analizzati dal laboratorio FIM di Saragozza prima di essere restituiti al pilota.

Novità disciplinari

Dal Motomondiale 2022 il regolamento non permetterà più i ricorsi contro le decisioni dei commissari di gara, che a partire dal prossimo anno godranno dello status di “giudici”. Infine, è stato confermato che qualunque decisione apparsa in luoghi pubblici del circuito o nella grafica televisiva è da ritenersi ufficiale e valida.

Tutti gli effetti di queste decisioni saranno visibili a partire dalla prima gara stagionale prevista attualmente in Qatar nel fine settimana del prossimo sei marzo.

Seguici su Telegram

Davide Brivio ad un passo da lasciare Alpine in F1, ritorno in MotoGP con Suzuki più vicino?

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico