MotoGP | Un incendio divora il circuito di Termas de Rio Hondo

L’incendio divampato a Termas de Rio Hondo ha distrutto i box e tutte le altre strutture necessarie ai media e allo staff. Salvo il Museo del Automovil.

Incendio termas rio hondo
Foto: Twitter

 

Nel corso della notte un vasto incendio ha divorato il Circuito di Termas de Rio Hondo, in Argentina. Non è ancora chiara l’entità dei danni, ma le fiamme hanno avvolto quasi completamente l’intero edificio dei box. Ciò che si sa è che i box, l’area media e quella VIP, la stanza del race control e le cabine delle TV sono andate distrutte. Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute intorno alle 23:00 ora locale, vista la gravità della situazione.

Non sono ancora note le cause dell’incendio, ma sembra essere partito dall’ultimo piano dell’edificio dei box, per poi espandersi all’area media e nella zona VIP. Secondo i notiziari locali, i vigili del fuoco intervenuti si sono subito messi all’opera per cercare di salvare il più possibile dalla collezione del museo dell’autodromo, che comprende auto e moto storiche, dato che si trova all’interno dello stesso edificio.

Dalla direzione del circuito è arrivato un primo comunicato. Hector Farina, il direttore, ha dichiarato: “Il circuito è assicurato contro gli incendi, quindi dal lato economico non ci saranno problemi. Sicuramente ci vorrà però molto tempo per ricostruire completamente tutte le strutture necessarie alle competizioni. Grazie a Dio non ci sono state vittime, voglio ringraziare tutte le persone che hanno collaborato in questa situazione di grande pericolo. Ci tengo a ringraziare i vigili del fuoco, la polizia e lo staff del circuito. Hanno fatto il possibile per evitare ulteriori danni. Adesso ci metteremo al lavoro per riuscire a sistemare tutto in modo da accogliere le competizioni programmate, inclusa la MotoGP a novembre.”

Nonostante l’ottimismo di Farina, il GP di Argentina sembra sempre più a rischio. Il devastante incendio si aggiunge alla complicata situazione pandemica sudamericana, che aveva già costretto gli organizzatori a spostare la gara da aprile a data da destinarsi.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | Presentazione Esponsorama 2021: ecco le Ducati di Bastianini e Marini