MotoGP | Valentino Rossi: “E’ atipico correre a 40 anni, magari diventerà l’abitudine”

Foto Radio Deejay

Foto Radio Deejay

Valentino Rossi, dopo le foto di rito con la nuova moto, il giorno successivo è stato ospite a Radio Deejay alla trasmissione “Deejay chiama Italia” condotta da Linus e Nicola Savino.

Foto Radio Deejay

Valentino Rossi, inizierà questa nuova stagione da quarantenne. Prima di riprendere gli allenamenti in vista della nuova stagione, il pilota di Tavullia si è preso una vacanza.

“Sono stato prima al mare in Giamaica con la mia fidanzata, Francesca Novello, e un gruppo di amici dell’Accademy VR46 con le rispettive mogli e figli. Rientrati, siamo poi andati a sciare a Madonna di Campiglio”.

Finite le vacanze, dalla scorsa settimana ha detto che ha ripreso con gli allenamenti.

Successivamente gli viene chiesto come fa ad essere ancora competitivo alla sua età, quanto la sua esperienza lo aiuta nel suo sport e se ha paura di andare in moto.

“Una volta i piloti iniziavano a correre più tardi, invece adesso corrono fin da bambini. Non avrei mai pensato di correre così tanto nel Motomondiale. E’ una cosa atipica correre a 40 anni, l’importante però è continuare ad essere competitivi. Chissà, magari in futuro sarà normale avere più piloti quarantenni che corrono ancora. Quando nel 2018 ho rinnovato il contratto per altri due anni, un po’ ci ho pensato. Mi sono convinto che se riusciamo a migliorare la moto possiamo essere forti. In questo momento devo avere fiducia. L’esperienza di porta a conosce meglio le piste e a lavorare meglio in previsione della gara, mentre il pilota più giovane rischia di più, ha meno paura di cadere e se cadi quando sei più giovane il recupero è più veloce. In qualche modo tutti hanno paura di andare in moto, chi più, chi meno. E’ importante avere paura in modo da non rischiare la vita in cose pericolose, dipende sempre da come si reagisce. In Moto 3 e in Moto 2 sono più matti, ma quando si diventa grandi si sta più attenti. I piloti più coraggiosi sono i giapponesi e gli indonesiano, hanno un maggior limite del rischio. Gli inglesi invece rischiano sempre di più sul bagnato, sono molto bravi perché da loto piove sempre”.


Marc Marquez è un pilota che ama il rischio.

“E’ vero, Marquez rischia tantissimo, ha molto coraggio e sembra non aver paura. E’ molto bravo, cade spesso, si rialza subito e quando rientra ai box prende l’altra moto e rientra in pista come se non fosse caduto. Tra noi piloti ci osserviamo, è normale. Sui social ci seguiamo così possiamo vedere come ci alleniamo e si possono “rubare” qualche segreto per gli allenamenti. Ad esempio possiamo capire quale altri sport fare fuori dalla pista”.

Il lavoro dell’Accademy VR46, in questi anni ha fatto crescere molti giovani.

“In questi anni di lavoro, siamo riusciti a portare in MotoGP Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia che sono piloti molto forti. Morbidelli quest’anno avrà come capotecnico Ramon Forcada che conosce molto bene la M1. Ad un certo punto ho pensato se non fossi in conflitto di interessi con me stesso! Mio fratello lo scorso anno è stato molto forte, è cresciuto molto nella seconda parte di stagione. Si è trovato bene con la moto, è salito due volte sul podio, ha fatto due pole e in Malesia ha vinto. Alla sua vittoria ho pianto, mi sono motlo emozionato. Mi piace molto aiutarlo. Non so se ci sarà un passaggio di testimone in MotoGP tra noi due, magari ci troviamo a correre insieme!”

Aspettando la sfida al Ranch con Lewis Hamilton…

“Lewis, al contrario di noi piloti italiani, è molto attivo e molto vanitoso. Ci siamo sentiti varie volte per invitarlo, ma è sempre molto impegnato. Una volta gli ho chiesto se veniva il martedì successivo, mi ha risposto che andava bene ma che poi il pomeriggio sarebbe dovuto partire per Miami, alla fine non ci siamo ancora visti”.

MotoGP | Valentino Rossi vuole partecipare alla Rally Dakar nel 2020

Valentino Rossi Valentino Rossi Valentino Rossi


Ragazza appassionata del motor sport da sempre, in particolare di Moto Gp, Moto 2, Moto 3 e F1. Sono uno degli amministratori del gruppo Facebook VALENTINIANIDOC46.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.