MotoGP | Valentino Rossi sui test della Yamaha: “Dovrebbero avere un programma più serio. Al loro posto avrei ingaggiato Dovizioso”

Valentino Rossi duro contro la Yamaha: secondo il pilota di Tavullia il team nipponico dovrebbe puntare ad avere un programma per i test più preciso, anziché concentrarsi a trovare i migliori test rider.

valentino rossi yamaha
motogp.com

Secondo Valentino Rossi, l’andamento non proprio costante della Yamaha nel corso della stagione 2020 di MotoGP può essere attribuito al fatto che il team non abbia un programma di test troppo preciso. In confronto a team come Ducati o Honda, Yamaha si concentra a sviluppare la moto su circuiti che non hanno nulla a che vedere con quelli europei su cui si disputa il motomondiale.

Il numero 46 ha dichiarato a Motorsport: “Fino allo scorso anno tutte le altre squadre avevano un team europeo di collaudatori che corre su circuiti di questo continente. Ne sono un esempio Michele Pirro, Dani Pedrosa e Stefan Bradl. Yamaha invece adottava una filosofia diversa: aveva un solo team in Giappone con piloti giapponesi. Il problema, però, era che correvano su circuiti con caratteristiche diverse da quelli del calendario della MotoGP.”

La squadra aveva puntato su Jorge Lorenzo come test rider nel 2020, per formare un team di motociclisti europei che potesse correre su piste europee. Sfortunatamente il Covid ha scombussolato i piani e Lorenzo ha avuto modo di testare la moto solo in due occasioni: ad inizio stagione in Malesia e poi otto mesi dopo a Portimao.

Il nove volte campione del mondo spera che Yamaha crei un team di test rider europei per il 2021 e svela chi aveva consigliato di ingaggiare prima dell’annuncio di Crutchlow.

Avrei preso Andrea Dovizioso come test rider, perché è molto veloce e ha tanta esperienza. D’altro canto però anche Crutchlow è valido: ha corso fino a quest’anno e quando è motivato spinge la moto al limite. Però più che di un ottimo motociclista, Yamaha necessita di un programma di test più serio.”

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | GP Valencia – Quartararo: “Con la M1 del 2019 avrei potuto vincere”

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.