MotoGP | Valentino Rossi sul 2022: “Sarà difficile che io corra il prossimo anno”

Durante la Conferenza Stampa del GP di Olanda, Valentino Rossi spiazza tutti spiegando che nella pausa estiva penserà al suo futuro, aggiungendo che difficilmente lo vedremo in pista nel 2022.

valentino rossi 2022 ritiro corre team vr46 ducati yamaha petronas anno prossimo

A poche ore dall’ufficialità dell’accordo tra il team VR46 Aramco e Ducati, per correre in MotoGP a partire dal 2022, Valentino Rossi ha parlato del suo futuro nella Conferenza Stampa del GP di Olanda. Rispondendo ad alcune domande sul proprio futuro, il Dottore ha spiegato che sarà molto difficile vederlo i pista il prossimo anno.

Le parole di Valentino Rossi in Conferenza Stampa ad Assen

Non ho ancora deciso se continuerò a correre il prossimo anno, perché voglio pensarci più a fondo nella pausa estiva. Dovrò anche parlarne con Yamaha e Petronas, vorrei ottenere migliori risultati, e fino a questo momento non è stata una stagione fantastica. Sarà difficile che io corra nel 2022. Il principe [proprietario dello sponsor Aramco] spinge perché lo faccia, ma al momento è molto difficile. Anche a lui ho detto la stessa cosa: è molto, molto difficile che correrò, non solo con Ducati.

La passione è intatta

“La mia passione è ancora intatta. Non puoi correre solo per i soldi, come se questo fosse un semplice lavoro. Tutti i piloti sono mossi dalla passione, è una cosa che capiamo quando molto piccoli saliamo in moto, e vediamo la nostra strada. La mia passione rimane molto alta, mi diverto ancora molto in sella, ma i risultati sono molto importanti. Questo tipo di vita è molto stressante, devi allenarti tanto e c’è sempre molta pressione, che arriva sia dall’esterno, sia da te stesso. Non è un problema di passione, ma devi capire se puoi ottenere determinati risultati, perché sono quelli che fanno la differenza in tutti gli sport.”

Il nuovo Team VR46 Aramco con Ducati

“Magari non ci sarò io in MotoGP, ma ci sarà il mio team. Siamo tutti molto contenti e orgogliosi di questo progetto nato 10 anni fa con la Riders Academy, e continuato con le squadre in Moto3 e Moto2. Ogni persona che ci lavora è emozionata, saremo con Ducati, e siamo contenti che moto, piloti e squadra siano italiani.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1