MotoGP | Vinales a un passo dall’addio a Yamaha

Maverick Vinales sta per dire addio anticipatamente a Yamaha. Il pilota spagnolo dovrebbe rescindere consensualmente il contratto con la casa di Iwata con un anno di anticipo rispetto alla naturale scadenza. Questo avvenimento può scombussolare il mercato piloti.

Foto: profilo Twitter @YamahaMotoGP

Yamaha e Vinales: un matrimonio nato sotto i buoni auspici, che ha tradito le aspettative e che, ora, sembra essere davvero giunto al capolinea. Il pilota spagnolo è sicuramente scontento dei suoi risultati e del clima che vive all’interno del team e, dopo la deludente prestazione al Sachsenring, ha deciso di voler chiudere l’esperienza con la divisione sportiva in mano a Lin Jarvis. Vinales, comunicata la notizia, non ha trovato una resistenza da parte di Yamaha che ha pronto un pilota come Morbidelli e, comunque, gode di grande appeal e non ha problemi a convincere qualche pilota di livello.

La voce dell’addio tra Yamaha e Maverick Vinales sono iniziate a girare già nella serata di ieri. Oggi, nel corso della gara è arrivata la non smentita di Lin Jarvis. Dopo questo primo segnale, è stato lo stesso Vinales, nel dopo gara, a dare una quasi ufficialità ai microfoni di Sky.

Un matrimonio che non s’era da fare?

Maverick Vinales giunge in Yamaha nel 2017 ereditanto la moto di Jorge Lorenzo che, con le moto preparate dalla divisione Racing ha vinto tre mondiali, non era facilmente sostituibile. Vinales sembrava essere il nome giusto per affiancare un Valentino Rossi ormai verso il tramonto. L’ormai ex pilota arrivava da un 2016 chiuso in quarta posizione con duecento punti raccolti, quattro piazzamenti a podio e una vittoria. Invece, nonostante le grandi aspettative, Maverick lascerà Yamaha con due piazzamenti in terza posizione generale e ventiquattro podi conquistati fino ad ora, di cui solo otto vittorie. Il percorso del pilota catalano è chiaramente in discesa, con il primo anno come migliore e l’ultimo, il 2020, il peggiore: sesta posizione finale, tre podi e una vittoria.

Che futuro attende Vinales?

Maverick Vinales ha sicuramente un futuro post Yamaha; rimane uno dei piloti più talentuosi del panorama motociclistico mondiale e, non a caso, ha già ricevuto offerte. Tra le offerte giunte al 26enne, emerge quella di Aprilia. La casa italiana, nonostante non sembra ci sia già un accordo, è il team con la proposta più appetibile per un pilota del suo livello. Il passaggio alla casa di Noale da parte Vinales significherebbe un rimescolamento delle carte che, fino ad ora, vedeva Dovizioso in Pole Position per il posto lasciato vacante da Iannone e che, per il 2021, è stato occupato dal “precario” Luca Savadori.

Inoltre, l’addio di Vinales apre le porte del team ufficiale a Morbidelli che, così, obbligherebbe Petronas a cercare due piloti, dando ormai quasi per scontato l’addio di Valentino Rossi. Infatti, all’ultima gara prima della fatidica pausa estiva, il Dottore è stato artefice di una gara iniziata male, e finita peggio.

Nel caso in cui Vinales non dovesse trovare un accordo con qualche team/casa, non è da escludere l’opzione di prendere un anno sabbatico, seguendo le orme di Dovizioso.

Le uniche questioni chiare di questa storia sono che Vinales non proseguirà con Yamaha nel 2022, e che nei prossimi avremo l’ufficialità della separazione.

Seguici su Telegram

MotoGP | GP Olanda – Sintesi gara: Fabio Quartararo laureato ad Assen

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico