A TCFormula 1Interviste

F1 | McLaren parla sempre più arabo: il nuovo corso della scuderia inglese

Mumtalakat, fondo dello stato sovrano del Bahrain, ha concordato una ricapitalizzazione completa del gruppo McLaren per diventare l’unico azionista, con l’annuncio che potrebbe arrivare a breve

Secondo quanto riportato nelle ultime ore, il consiglio d’amministrazione del gruppo McLaren, che supervisiona le divisioni McLaren Automotive e McLaren Racing, avrebbe approvato all’unanimità l’accordo con il fondo dello stato sovrano del Bahrain, con l’annuncio che potrebbe arrivare entro Natale. Mumtalakat, che possiede già quasi il 60% delle quote del marchio, si appresta così a diventare l’unico azionista. 

McLaren Mumtalakat Bahrain
McLaren, in arrivo l’annuncio dell’accordo con Mumtalakat, fondo sovrano del Bahrain © McLaren

McLaren, in arrivo l’annuncio dell’accordo con Mumtalakat

La scuderia britannica, fondata nel 1963 da Bruce McLaren, è destinata ad aprire un nuovo capitolo della sua già gloriosa storia, e per farlo si affida totalmente a Mumtalakat, già azionista di maggioranza a partire da inizio 2023.

Nel maggio del 2018, Michael Latifi acquistò circa il 10% del gruppo con un investimento di 200 milioni di sterline. La partecipazione azionaria, quindi, negli ultimi cinque anni è stata la seguente: Mumtalakat Holding Company 56,4%, TAG Group Limited 14,32%, Nidala (BVI) Limited 9,84%, Favorita Limited 5,78%, Perlman Investments Limited 5,77%, McKal Holdings Ltd 5,24%, Acanitt Limited 2,65%.

Il fondo del Bahrain si appresta ora a diventare effettivamente l’unico azionista, attraverso la conversione di circa il 20% del suo capitale in nuovi contratti con gli azionisti di minoranza della squadra. La ricapitalizzazione, secondo quanto riportato da Reuters, ”introdurrà una struttura azionaria semplificata, un processo di governance più snello e l’espansione in nuovi mercati”.

Inoltre, i nuovi contratti ”avranno i diritti economici per beneficiare di un futuro “evento di liquidità” come, ma non saranno classificati come azioni”.


Leggi anche: F1 | Verstappen impressiona anche Domenicali: il paragone con una leggenda della Formula 1


Mumtalakat aveva già acquistato azioni e warrant in McLaren per un valore di circa mezzo milioni di dollari  dal fondo di investimento pubblico dell’Arabia Saudita (PIF) e da Ares Management, con un ulteriore investimento di 80 milioni negli ultimi mesi.

“Il completamento della ricapitalizzazione è un passo significativo nella trasformazione in corso del Gruppo”, ha dichiarato Paul Walsh, Presidente esecutivo del Gruppo McLaren ”Ciò fornisce una solida piattaforma da cui partire per far crescere la nostra offerta di prodotti e la presenza del nostro marchio.”

S.E. Shaikh Abdulla bin Khalifa Al Khalifa, Chief Executive Officer di Mumtalakat, ha invece affermato: “L’annuncio di oggi testimonia i passi diligenti che sono stati compiuti in quello che è un piano completo e a lungo termine con i nostri partner per fornire una struttura di governance ottimale, mentre il Gruppo continua a progettare e consegnare le supercar più innovative ed esaltanti del mondo.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter