Formula 1Interviste

F1 | La storia di come Alonso mandò in crisi Ron Dennis…con una pesca gigante

Nella sua prima avventura in McLaren, Fernando Alonso mandò in crisi Ron Dennis mangiando una pesca gigante davanti ai suoi occhi in un modo non consono secondo gli standard dell’allora team principal

La prima avventura di Fernando Alonso a Woking non andò esattamente secondo le aspettative. Lo spagnolo, reduce dal doppio titolo conquistato in Renault nel 2005 e 2006, approdò in McLaren nel 2007 con i galloni da capitano, ma dovette ben presto fare i conti con il giovane Lewis Hamilton, con il quale ebbe non pochi screzi.

Indimenticabile fu la qualifica in Ungheria, con Fernando che bloccò volontariamente l’inglese sulla piazzola di sosta per impedirgli di completare l’ultimo tentativo. Quella mossa gli permise di ottenere la pole position ma oltre a ricevere la squalifica poche ore dopo, mandò su tutte le furie Ron Dennis. Quel giorno segnò l’inizio del distaccamento con l’allora team principal, che portò poi all’addio di Fernando dopo solo un anno.

Alonso Dennis pesca
La storia di come Alonso mandò in crisi Ron Dennis con una pesca gigante © Sky Sports

Dennis e il suo disturbo ossessivo compulsivo

”È molto preciso su tutto ciò che è pari”, ha affermato Matt Bishop, ex capo delle comunicazioni McLaren, in un episodio del podcast “In The Pink” di Natalie Pinkham parlando delle buffe ossessioni di Ron Dennis.

“Ammette di avere un disturbo ossessivo compulsivo sulla pulizia. Una delle cose che detesta più di ogni altra è la gente che mangia frutta succosa senza coltello e forchetta”.

”Quindi, se mangiate una nettarina, una pesca o una prugna, Ron vuole che la mettiate su un piatto, che abbiate un coltello affilato, che la teniate ferma con la forchetta, che la tagliate con un coltello affilato e che poi mettiate in bocca piccoli pezzi ordinati di frutta con la forchetta”.

A questo punto si aggiunge Alonso alla storia: ”Fernando arrivò con la pesca più grande e matura che avessi mai visto. Si sedette accanto a Ron mangiando la pesca in quel modo, lasciando che tutto il succo gli colasse nella barba e lasciando i pezzetti di polpa di frutta nella barba”.


Leggi anche: F1 | Schumacher, anche Ralf ormai rassegnato: “Fatti molti progressi con le cure moderne, ma ora…”


“Non tutti i presenti sapevano quanto per Ron sarebbe stato doloroso constatarlo, ma credetemi, Fernando lo sapeva. Era decisamente in sintonia con Ron, ma questo è Fernando”.

Anche Flavio Briatore, manager dell’asturiano, ha svelato un aneddoto relativo al rapporto con Ron Dennis: “Andò alla McLaren e non mi fece piacere. Non si trattava di Michael Schumacher in Ferrari, ma di Fernando che andava in McLaren, e per lui non è mai stata il suo sogno”.

“In particolare, gli dissi che il nuovo arrivato, ovvero Lewis Hamilton, fosse un protetto di Ron Dennis. Ti prometto che avrai la lotta e che il ragazzo è protetto da Ron”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter